PERUGIA. “FESTIVAL INTERNAZIONALE LAURENZIANO D’ORGANO”

0locandina

Giunge al traguardo delle prime dieci edizioni il “Festival Internazionale Laurenziano d’Organo” in programma a Perugia, dal 1° al 13 agosto (ore 21.30), con dieci concerti all’organo Tamburini della cattedrale di San Lorenzo con 5.178 canne. È un atteso appuntamento del panorama degli eventi culturali estivi che la città di Perugia offre ai numerosi ospiti italiani ed esteri, collocato in calendario tra Umbria Jazz (luglio) e la Sagra Musicale Umbra (settembre), promosso dal Capitolo della cattedrale con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia, del Comune e della Camera di Commercio di Perugia.

La decima edizione ripercorrerà i temi trattati nelle prime nove, dalla musica d’organo francese a quella tedesca, dalla musica sacra a quelle che hanno accompagnato importanti avvenimenti storici che negli anni hanno celebrato i centenari: la Prima guerra mondiale (1914-2014) e la Riforma luterana (1517-2017). Fa eccezione il concerto dedicato ai 150 anni (1868-2018) dalla scomparsa di Gioacchino Rossini, che si terrà sabato 4 agosto. Alcuni dei più noti maestri e compositori di musica d’organo europei ritorneranno a Perugia esibendosi all’organo Tamburini della cattedrale nelle serate del 1, 2, 4, 5, 7, 8, 9, 11, 12 e 13 agosto.

Due nomi nuovi, di grande prestigio, sono il degno coronamento del decennale di questo Festival: Andreas Sieling, organista del duomo di Berlino, che si esibirà martedì 7, e Martin Baker, organista della cattedrale di Westminster di Londra, che si esibirà mercoledì 8. Gli altri organisti, che allieteranno le serate laurenziane perugine in occasione della festa liturgica del santo titolare della cattedrale del 10 agosto, sono: Pauli Pietilainen di Lahti, Finlandia, che inaugurerà la decima edizione mercoledì 1 agosto; Piergiovanni Domenighini di Darfo Boario Terme, che si esibirà giovedì 2; Giuliana Maccaroni e Martino Pòrcile di Pesaro, che terranno il concerto dedicato al 150° anniversario della morte di Rossini; Mario Ciferri di Porto San Giorgio, che si esibirà domenica 5; Adriano Falcioni, organista della cattedrale di Perugia e direttore artistico del Festival, che si esibirà giovedì 9 e domenica 12; Markus Nitt di Wilhelmshaven, Germania, che si esibirà sabato 11; Jean Paul Imbert di Parigi, che concluderà il Festival lunedì 13.

Ogni singolo concerto, come è stato già evidenziato, riprenderà il tema di una delle precedenti edizioni. E’ un “percorso della memoria” che vuole rivivere le tappe del Festival quasi un’ideale e grato incontro con quanti, musicisti e spettatori, vi hanno partecipato, arricchendo il panorama musicale dell’estate perugina con la competenza degli uni e il sempre crescente gradimento degli altri.

Lo scorso anno, 50° anniversario della realizzazione dell’organo Tamburini della cattedrale, un gruppo di amici e appassionati di musica aveva pensato di dare vita ad un’associazione culturale musicale, senza scopo di lucro, con la finalità di promuovere e organizzare il festival annuale d’organo. L’associazione F.I.L.O. (l’acronimo di Festival Internazionale Laurenziano d’Organo) è poi nata quest’anno, per la decima edizione del Festival. Alla F.I.L.O. possono aderire quanti sono interessati a contribuire anche ad attivare opportune iniziative utili alla valorizzazione e alla conservazione dell’organo della cattedrale, avviare sinergie con altri sedi organistiche, con istituzioni pubbliche e private compatibili con le finalità generali del Capitolo della cattedrale di San Lorenzo promotore del festival. Sono ammessi come associati tutte le persone fisiche maggiorenni ed anche le persone giuridiche, previa domanda indirizzata al presidente dell’associazione, mons. Fausto Sciurpa (Associazione F.I.L.O., piazza IV Novembre 6, 06123 Perugia), che deve indicare, oltre i dati anagrafici e fiscali, l’accettazione dello Statuto e degli organi di rappresentanza sociale (l’Assemblea generale dei soci, il Consiglio direttivo e il Presidente). Quattro le categorie dei soci: fondatori e ordinari (che formano l’Assemblea generale), sostenitori e onorari. Il Consiglio direttivo è composto da sei membri, due di diritto, il presidente del Capitolo del duomo, che assume anche la carica di presidente della F.I.L.O., e il direttore artistico del Festival. Gli altri quattro sono eletti dall’Assemblea generale.

Per info dettagliate sulla decima edizione del Festival Internazionale Laurenziano d’Organo e per aderire alla F.I.L.O., contattare il numero telefonico 075.5723832, oppure consultare il sito: www.cattedrale.perugia.it

SPOLETO-NORCIA. AL VIA LA RICOSTRUZIONE DI 11 CHIESE TERREMOTATE

0sn

Sono trascorsi quasi due anni dai terremoti del 24 agosto e 26-30 ottobre 2016, che hanno devastato l’Italia centrale. Ora, per undici delle oltre 350 chiese inagibili della diocesi Spoleto-Norcia, partono i lavori di ricostruzione. Le somme per il recupero di queste chiese sono parte dei fondi nazionali gestiti dal Commissario e trasferiti nella contabilità speciale intestata alla presidente delle Regione, vicecommissario per la ricostruzione in Umbria.

I lavori interesseranno le chiese di S. Giovanni Battista in Giappiedi di Cascia (275.904,08 euro), Santa Maria Annunziata in Cerreto di Spoleto (33.502,85 euro), S. Michele Arcangelo in Cortigno di Norcia (48.226,44 euro), S. Salvatore in Usigni di Poggiodomo (319.944,80 euro), Santa Maria Assunta in Sellano (53.712,98 euro), Santa Maria in Vallo di Nera (320.066,31 euro), S. Giovanni Battista in Agriano di Norcia (198.053,62 euro), Madonna Addolorata in Maltignano di Cascia (245.024,61 euro), Santa Maria Assunta in Strettura di Spoleto (309.702,93 euro), S. Felice in Castel S. Felice di S. Anatolia di Narco (222.583,00 euro) e Santa Giuliana e S. Alberto in Collazzoni di Preci (246.305,92 euro).

Gli uffici tecnici dell’arcidiocesi di Spoleto-Norcia hanno espletato tutte le procedure per l’invito alla gara d’appalto; il 7, l’8 e il 9 agosto prossimi verranno aperte le buste con le offerte e assegnati i lavori, che inizieranno, presumibilmente, nel mese di settembre.

“Saluto con particolare favore e soddisfazione la ‘partenza’ dei primi cantieri per il restauro di alcune chiese danneggiate dal terremoto commenta”, l’arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo. “È un segno concreto della ricostruzione possibile, che – sottolinea – risponde all’attesa viva delle comunità che individuano nella chiesa del paese uno dei luoghi più eloquenti della loro fede e della loro identità. Auspico che si moltiplichino anche i cantieri per le case e gli edifici pubblici da ricostruire, affinché le nostre popolazioni possano riprendere al più presto la normalità di una vita dignitosa e sicura”.

TERNI. STUDENTI UNIVERSITARI DA DIVERSE PARTI DEL MONDO RESTAURANO LIBRI ANTICHI DELL’ARCHIVIO DIOCESANO

0conservazione-preventiva-archivio-diocesano

Un nuovo progetto, scaturito da un accordo tra il direttore dell’Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici, Don Claudio Bosi, e il direttore del programma San Gemini Preservation Studies, Nikolas Vakalis, ha avuto inizio dal mese di giugno nell’ambito del programma “San Gemini Preservation Studies” che si tiene da 19 anni nel bel borgo umbro, e che interessa due dei corsi di questa istituzione: il corso di “Conservazione Preventiva negli Archivi Storici” e il corso “Restauro della Carta”.

Nell’insieme dei due corsi vi sono un totale di 36 studenti provenienti da Università di più parti del mondo, quali Cina, Corea, ma anche Alaska e molti altri stati degli USA che, guidati dai docenti, Proff. Nikolas Sarris, Marco Di Bella e Nella Poggi, specialisti noti a livello internazionale, hanno iniziato la loro pratica di Conservazione Preventiva prima direttamente nell’Archivio Storico della Diocesi, nel bel complesso della Curia Vescovile di Terni e restauro dei documenti dopo nei laboratori all’interno del complesso monastico di San Giovanni Battista in San Gemini.

Nel mese di giugno, ogni mattina gli studenti si sono recati in archivio, provenienti dalla cittadina di San Gemini, sede in cui si svolge da ormai 19 anni l’omonimo programma dell’International Institute for Restoration and Preservation Studies di New York, USA, incentrato sull’insegnamento del restauro e della conservazione ed avente al suo attivo 5 diversi corsi di restauro, quali materiale lapideo, ceramiche archeologiche, rilegature, carta e tecniche tradizionali di pittura.
Una volta in archivio gli studenti hanno eseguito tutte le operazioni che mirano a creare le condizioni per una conservazione ottimale di alcuni dei volumi e raccolte di documenti storici che arricchiscono l’ingente fondo cartaceo dell’Archivio Diocesano.
È stato insegnato loro come manipolare i preziosi e delicati volumi, valutarne lo stato di conservazione e poi operare sia direttamente con una delicata riduzione al minimo dei dannosi depositi di polvere e sia indirettamente costruendo dei contenitori con uno speciale cartone che permetterà così di preservarli dagli agenti esterni e prolungarne così la vita.

Don Claudio Bosi, direttore dei BCE dice: “Nel corso del “Restauro della Carta”, che è tuttora in svolgimento nei laboratori di San Giovanni Battista, gli studenti operano sui singoli documenti con l’obiettivo di renderli nuovamente consultabili e restituirne il valore nonostante le avversità del tempo. I documenti sono stati selezionati tenendo conto delle priorità evidenziate dalla curatrice dell’Archivio, La Dott.ssa Francesca Piantoni, ma anche dall’urgenza di intervenire che richiedevano le loro condizioni: lo scopo è, una volta terminato l’intervento di stabilizzazione, che i documenti possano essere nuovamente consultabili”

Il rapporto tra l’Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici della Curia di Terni, Narni e Amelia e il San Gemini Preservation Studies è ormai di lunga data, avendo curato negli anni passati nell’ambito del corso di “Restauro della Carta”, il restauro di molti documenti provenienti anche dall’Archivio Diocesano di Narni, e tutto sempre previa autorizzazione da parte della Soprintendenza per i Beni Librari ed Archivistici per l’Umbria.

Dice Nikolas Vakalis: “Quest’anno, in accordo con Don Claudio, si è voluto far lavorare gli studenti nell’Archivio al fine di farli cimentare direttamente con le problematiche della conservazione dei documenti storici cartacei mettendoli a diretto contatto con l’ambiente in cui sono custoditi per poi nella seconda parte del programma operare direttamente sui documenti creando così un progetto trasversale tra i due corsi che potrà avere a medio termine sviluppi molto interessanti”.

Inoltre, in collaborazione con la Associazione “A. Canova”, il giorno giovedì 26 luglio dalle 16,30 vi saranno visite guidate dai docenti, presso i laboratori di restauro della carta e quello di tecniche tradizionali di pittura, all’interno del Monastero di San Giovanni Battista, in cui verranno illustrati i lavori che si stanno effettuando.

L’OPUSCOLO DELLA CHIESA UMBRA SUL BILANCIO DEL 2017

0BADU

Le schede che accompagnano i rendiconti di ciascuna delle otto Diocesi dell’Umbria sono solo un piccolo esempio: illustrano opere sociali, interventi di manutenzione del patrimonio storico-artistico, esperienze educative per le nuove generazioni…
Che dire, poi, del ministero dei parroci? Essi sono assai spesso punti di riferimento educativo e sociale per l’intero paese o quartiere, poiché accolgono e accompagnano una quantità di persone e famiglie, senza badare alla provenienza o alla confessione religiosa. La sezione finale, dedicata agli oratori, tenta di tradurre in cifre la ricaduta sociale di uno spazio educativo che la Chiesa.

L’OPUSCOLO

ASSISI. LE CELEBRAZIONI PER LA FESTA DEL PERDONO

0perdono2018

La Porziuncola, si sa, è una “porta sempre aperta” per tutti quelli – pellegrini e gente del luogo – che vogliono attingere alla grazia di Dio attraverso l’esperienza della riconciliazione. Nei giorni del Perdono, tale grazia è vissuta assieme alle migliaia di pellegrini, giovani e meno giovani, ma tutti desiderosi di percorrere anche solo pochi metri per varcare la “porta della vita eterna” e ricevere il dono dell’Indulgenza plenaria.

Anche quest’anno sono tanti gli eventi che ci aiuteranno ad entrare e vivere in pienezza questo tempo di grazia. Innanzitutto la presenza straordinaria in Porziuncola del Saio delle stimmate di San Pio da Pietrelcina: dal 29 luglio (accoglienza alle ore 10.45) al 2 agosto l’abito che il frate cappuccino indossava il giorno in cui il Signore gli fece dono delle stimmate, sarà accessibile alla venerazione dei tanti fedeli.

Il 29 luglio alle ore 19 inizierà il Triduo in preparazione al Perdono: le meditazioni di S. Ecc. Mons. Luciano Paolucci Bedini, Vescovo di Gubbio, introdurranno i pellegrini alla celebrazione della misericordia lucrata da san Francesco nella chiesetta di Santa Maria degli Angeli.

Mercoledì 1° agosto sarà il giorno dell’apertura della Solennità del Perdono. Alle ore 11, come di consueto, il M. R. P. Michael Perry, Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori, presiederà la Solenne Celebrazione Eucaristica che terminerà con la Processione di “Apertura del Perdono”: così detta perché da quel momento, cioè dalle 12 del 1 agosto, fino alle ore 24 del 2 agosto l’Indulgenza plenaria concessa alla Porziuncola quotidianamente si estende a tutte le chiese parrocchiali sparse nel mondo, e anche a tutte le chiese francescane.

Alle ore 19, i Primi Vespri saranno presieduti da S. E. Mons. Domenico Sorrentino Vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino. Seguirà l’offerta dell’incenso da parte del Sindaco di Assisi Stefania Proietti.

La tradizionale Veglia di preghiera serale alle 21.15, con processione aux flambeaux, sarà guidata da p. Giuseppe Renda, Custode della Porziuncola.

Il 2 agosto sarà possibile partecipare alle numerose Celebrazioni Eucaristiche, tra cui quelle delle ore 9, 11 e 19 saranno presiedute rispettivamente da S. E. Mons. Domenico Sorrentino, S. Ecc. Mons. Luciano Paolucci Bedini e dal M.R.P. Claudio Durighetto.

A partire dalle ore 14.30 i giovani della XXXVIII Marcia Francescana, provenienti da tutte le regioni d’Italia e da alcune nazioni estere, varcheranno la porta della Porziuncola dopo aver camminato, per oltre una settimana, guidati dal tema “Con un nome nuovo”.

Il Ministro Provinciale dei Frati Minori di Umbria e Sardegna p. Claudio Durighetto, presiederà alle ore 19 i Vespri Solenni del Perdono.

Durante i due giorni di festa la Basilica rimarrà aperta l’intera giornata per permettere ai pellegrini di accostarsi al Sacramento della riconciliazione. La Piazza della Basilica, invece, sarà la location di cinque eventi/spettacoli (Gloriosus Francisuc con Michele Placido, Concerto dell’Orchestra sinfonica russa, In viaggio con Maria, Concerto del Perdono della Banda della Gendarmeria Vaticana, il balletto Le due vie) che faranno da cornice alle Celebrazioni liturgiche della Basilica.

Segue il programma dettagliato:

Triduo di preparazione
29-31 luglio 2018, alle ore 19
Presiede: S. Ecc. Mons. Luciano Paolucci Bedini, Vescovo di Gubbio

Apertura della Solennità del Perdono
Mercoledì 1 agosto 2018
ore 7 – 8 – 9 – 11 – 17 – 18: Celebrazione Eucaristica

ore 11.00: Solenne Celebrazione Eucaristica
Presiede il M. R. P. Michael Perry, Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori
Al termine: Processione di “Apertura del Perdono”

ore 14.30: Liturgia Penitenziale dei Pellegrini d’Abruzzo
Presiede P. Nando Simonetti OFM, Definitore della Provincia di S. Bonaventura dei Frati minori di Abruzzo e Lazio

ore 15.30: Celebrazione Eucaristica
Presiede il M. R. P. Nicola Galasso OFM CAPP Ministro provinciale dei Frati Minori Cappuccini d’Abruzzo

ore 19.00: Primi Vespri della Solennità
Presiede S. E. Mons. Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino
Offerta dell’incenso da parte del Sindaco di Assisi, Stefania Proietti

ore 21.30: Veglia di preghiera e Processione aux flambeaux
Presiede P. Giuseppe Renda, Custode della Porziuncola

Dedicazione della Porziuncola e Solennità del Perdono
Giovedì 2 agosto 2018
ore 7 – 8 – 9 – 11 – 17 – 18: Celebrazione Eucaristica

ore 9.00: Celebrazione Eucaristica
Presiede S. E. Mons. Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino

ore 11.00: Solenne Celebrazione Eucaristica
Presiede S. Ecc. Mons. Luciano Paolucci Bedini, Vescovo di Gubbio

ore 19.00: Secondi Vespri della Solennità
Presiede il M. R. P. Claudio Durighetto, Ministro provinciale dei Frati Minori dell’Umbria

BASILICA APERTA fino alle ore 23.00

La Musica liturgica sarà eseguita dalla CORALE PORZIUNCOLA. Oltre alle celebrazioni in Basilica, sono previste anche le seguenti iniziative:

  • Domenica 29 luglio 2018 – ore 21.00 piazza Porziuncola
    UNIVERSO ASSISI – GLORIOSUS FRANCISCUS Musiche per S. Francesco dal XIII al XVI secolo
    Con la partecipazione di Michele Placido e l’Ensemble “Anonima Frottolisti”
  • Lunedì 30 luglio 2018 – ore 16.40
    ORA DI SPIRITUALITÀ su Radio Maria, in diretta dal Santuario della Porziuncola
  • Lunedì 30 luglio 2018 – ore 16.40 – ore 21.00 piazza Porziuncola
    CONCERTO DELL’ORCHESTRA SINFONICA RUSSA diretta dal maestro Leonardo Quadrini
  • Martedì 31 luglio 2018 – ore 21.00 piazza Porziuncola
    IN VIAGGIO CON MARIA, Tributo in versi e musica dal Medioevo ai nostri giorni
    regia di Riccardo Leonelli con la partecipazione di frate Alessandro
  • Giovedì 2 agosto 2018 – ore 14.30
    ARRIVO DELLA XXXVIII MARCIA FRANCESCANA “CON UN NOME NUOVO”
  • Giovedì 2 agosto 2018 – ore 20.00 piazza Porziuncola
    CONCERTO DEL PERDONO. Banda della Gendarmeria Vaticana
  • Venerdì 3 agosto 2018 – ore 21.00 piazza Porziuncola
    LE DUE VIE  Balletto di Assisi in co-produzione con il teatro stabile dell’Umbria

Info: SEGRETERIA DELLA BASILICA
Tel. 075.8051430 – info@porziuncola.org

CARTONE ANIMATO E SERIE TV PER RIFLETTERE SULL’AMORIS LAETITIA

0WMF

Dall’Amoris Laetitia, l’esortazione apostolica di Papa Francesco sull’amore nella famiglia, sono nate in Irlanda una serie di animazioni digitali e una serie televisiva in sei puntate, in vista della Giornata mondiale delle famiglie e la visita del Papa il prossimo agosto. Le sei “Amoris Animations” disponibili in italiano, spagnolo e francese, offrono riflessioni sul tema del documento nella forma di cartoni “brevi, coinvolgenti e da condividere”, ciascuna su un tema (ad esempio amore e imperfezione, famiglie e consumismo, famiglie nel tempo del digitale). Altre quattro animazioni create per i più piccoli saranno lanciate al congresso pastorale di agosto. Autore dei cartoni è Kieran O’Brien, direttore dell’agenzia di narrativa digitale Ministory (Cardiff, Galles). Le animazioni sono disponibili su www.worldmeeting2018.ie.

Quanto alla serie televisiva “Viaggio attraverso Amoris Laetitia”, co-prodotta da Kairos Communications e iCatholic.ie, ospita le riflessioni di noti commentatori, famiglie di ogni ceto sociale e ogni parte del mondo: dal card Luis Antonio Tagle al vescovo ausiliare di Los Angeles Robert Barron, da Giovanni e Chiara Gabrowski, del Pontificio Consiglio per la famiglia, a Pat e Susan Keenan di Retrouvaille Ireland. Ogni episodio è dedicato a un tema particolare (ad esempio la realtà, il sociale, la misericordia), dura 28:30 ed è accessibile sul sito www.amoris.ie/tv, dove sono disponibili una serie di risorse in vista della Giornata mondiale delle famiglie.

PERUGIA. AL VIA LA “SUMMER MEDIA CAMP”

0SMC2018

Usare i social network in modo intelligente e professionale per una comunicazione efficace. Si svolgerà con quest’obiettivo il “Summer media camp 2018” promosso dalla Conferenza episcopale umbra con le redazioni di “Umbria Radio” e “La Voce”. Sarà rivolto a giovani, tra i 18 e i 30 anni, appassionati di comunicazione. L’appuntamento con la seconda edizione del “Summer media camp” è dal 24 al 27 luglio, a Perugia, nel palazzo arcivescovile e nel Centro internazionale accoglienza.

Quattro i corsi organizzati in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti umbri. Il primo tratterà le “News nel sistema ibrido dei media. La comunicazione della Chiesa al tempo dei social media”. Ne parleranno Rita Marchetti, docente di Sociologia all’Università di Perugia, e don Walter Insero, collaboratore dell’Ufficio Cei per le comunicazioni sociali. Altro tema: “Le community: risorsa per un’informazione affidabile. L’informazione al tempo delle community social-buone pratiche sul tema” con i giornalisti Bruno Mastroianni e Daniele Morini. Francesca Triani e Andrea Canton parleranno de “Le nuove vie dell’informazione: quale social network per quale obiettivo?”, mentre le “strategie per aumentare la circolazione delle notizie. Web marketing & Social media marketing” saranno approfondite da Lucia Rosati e Barbara Serafini.

L’apertura e le conclusioni dei lavori saranno affidate a mons. Paolo Giulietti, vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e delegato della Ceu per le comunicazioni sociali: “Ci aspettiamo dalla crescita delle competenze sui social media una nuova vitalità anche per i media più tradizionali, che se ne possono avvalere per suscitare nuovo interesse”.

Il “Summer media camp 2018” vuole approfondire la possibilità offerta dai social di diffondere notizie e costruire comunità, avvalendosi dell’esperienza di esperti e professionisti di fama nazionale nel campo del social media marketing, con laboratori full immersion, condivisione di esperienze e visite guidate nel mondo della comunicazione.

Gli interessati possono ancora iscriversi e conoscere nei dettagli il programma dell’iniziativa (http://summercamp.chiesainumbria.it/ ; summermediacamp@chiesainumbria.it).

ASSISI. I FRATI: “PREGHIAMO PER LA PACE IN NICARAGUA”

0Nicaragua

“Apprendiamo dalle cronache estere di queste settimane della difficile situazione socio-politica in Nicaragua. San Francesco d’Assisi ci invita a pregare perché prevalga il dialogo e a lavorare perché si costruiscano strutture di pace”. Lo scrivono in una nota i frati minori di Assisi, che ricordano la figura del Servo di Dio, padre Odorico d’Andrea, come “mediatore di pace per il Nicaragua”. I frati evidenziano che “la nazione del Centroamerica ha visto e vede anche comunità presenti di frati minori, clarisse e suore francescane Alcantarine, provenienti dall’Umbria”. Tra questi, padre d’Andrea, che “in anni conflittuali, molto operò per la pace e la riconciliazione facendosi più volte, a rischio della sua stessa vita, mediatore di pace tra i gruppi armati”. “Alla sua intercessione vogliamo affidare il Nicaragua e tutti i suoi abitanti perché cessino le guerre e si promuova una cultura di pace”.

NORCIA. GIORNATA REGIONALE DEI GIOVANI “X MILLE STRADE”

0permillestrade

Il 4 agosto. a Norcia si terrà la Giornata regionale dei Giovani “X MILLE STRADE” promossa dal Servizio di Pastorale giovanile e Coordinamento oratori della Conferenza episcopale umbra (Ceu) in vista del Sinodo ordinario dei Vescovi 2018 dal tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale“.

Programma:

  • 9.30: arrivo a Norcia – Pellegrinaggio verso Piazza S. Benedetto.
  • 11.00: agorà dei giovani umbri.
  • 13.00: pranzo al sacco.
  • 15.00: laboratori della fede – Benedizione pellegrini e consegna credenziali.
  • a seguire: partenza dei cammini diocesani verso Roma per l’incontro con Papa Francesco dell’11 e 12 agosto a Roma.