TERNI. ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA CATTEDRALE

duomoterni1

Domenica 21 ottobre alle ore 17.30 il vescovo presiederà la solenne celebrazione nel 365° anniversario della dedicazione della Cattedrale di Terni, avvenuta nel 1653 per opera del cardinale Angelo Rapaccioli. La cattedrale è la chiesa madre delle Chiese che sono in Terni-Narni-Amelia. La dedicazione di una chiesa è il momento conclusivo di un “cantiere” corale, un’impresa di popolo, animato dalla fede, da spirito di penitenza e dall’amore per il Signore, che edificava il luogo della presenza di Dio, della preghiera, dell’annuncio della Parola, della celebrazione dei sacramenti, dell’incontro del popolo di Dio e soprattutto della celebrazione dell’Eucarestia.

“Fare memoria del giorno della dedicazione della chiesa è rendere grazie a Dio per la Sua presenza in questo luogo – ricorda il vescovo Giuseppe Piemontese -, per rafforzare la consapevolezza del nostro essere popolo di Dio radunato nel nome della Santissima Trinità, per rinnovare l’attenzione anche materiale al luogo santo che ci raccoglie. Questa Chiesa, un tempo, era l’unico fonte battesimale della città, qui di preferenza venivano ordinati i diaconi e i presbiteri, qui si nelle celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo con i presbiteri e il popolo di Dio, vi è la più alta manifestazione della chiesa. Sintesi e segno della tradizione e identità cristiana di questo popolo, che qui si è costruito nei momenti cruciali e nodali della sua storia”.

TERNI. MOSTRA D’ARTE E DOCUMENTARIA “LAUDATO SII”

0Manifesto-GMM

In occasione del mese missionario, dal 13 al 22 ottobre si terrà presso le sale espositive del Museo Diocesano di Terni l’iniziativa “Laudato si’ mi’ Signore”, mostra di pittura, poesia, fotografie dedicate alle missioni e alla pace. Un‘occasione per aprire una riflessione e conoscenza della ricchezza di esperienze missionarie portate avanti in questo tempo, attraverso la mostra missionaria promossa dal Centro missionario diocesano con il contributo delle tante associazioni che operano in terre di missione, con film e video a testimonianza di coloro che hanno vissuto l’esperienza missionaria ad gentes in varie parti del mondo.

“Laudato si’ mi’ Signore”, promossa dal Centro Missionario diocesano, dall’Istess, dalla ProLoco, con il contributo della Caritas diocesana, dell’associazione “Un sorriso per Monica Di Carlo”, Vita Nuova onlus, Apurimac, associazione Claudio Conti, Missione Identes, missione Arena Alta, Società san Vincenzo de’Paoli, sarà inaugurata sabato 13 ottobre alle ore 16.30 con testimonianze missionarie di varie associazioni.

L’iniziativa che coinvolge vari soggetti che operano in ambito missionario vuole dare risalto al tema della Giornata Missionaria Mondiale del 21 ottobre 2018 “Giovani per la missione” con momenti dedicati alle testimonianze e dibattito con i giovani venerdì 19 ottobre alle ore 16.30. Spazio anche alla poesia e letteratura il 15 ottobre alle ore 16.30 “Parola agli artisti”, recital di poesie a tema sacro e per la pace e il 18 ottobre alle ore 16.30 con il Recital di poesie in vernacolo e in lingua del premio letterario nazionale “Logo d’Oro Città di Terni” e la presentazione di libri editi dagli autori del territorio.
Le varie iniziative culmineranno nella veglia di preghiera diocesana per le missioni che si terrà sabato 20 ottobre alle ore 21 nella chiesa di San Matteo a Campitelli.

Un momento importante di comunione della chiesa diocesana per pregare per le missioni nel mondo, per aprire il cuori di ognuno a quella missione che è ogni giorno nelle strade delle nostre città.

MESSAGGIO DI PAPA FRANCESCO PER LA GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE 2018

Programma
Sabato 13 ottobre ore 16.30
Inaugurazione mostra “Laudato si’, mi’ Signore”
Proiezione del film missionario a cura di Missio
Inaugurazione Bancarelle della Solidarietà
Presentazione: “Giovani per il Vangelo” a cura di don Leopoldo Sandor direttore Ufficio Missionario diocesi Terni-Narni-Amelia

Domenica 14 ottobre ore 16.30
Visita guidata alla mostra con gli artisti presenti.

Lunedì 15 ottobre ore 16.30
Recital di poesie a tema sacro, ecologico e per l pace in vernacolo e in lingua

Martedì 16 ottobre ore 16.30
“Carità e solidarietà” a cura dell’associazione San Vincenzo de’ Paoli, Caritas diocesana, Nuova Vita onlus, Banco Alimentare.

Mercoledì 17 ottobre ore 16.30
Proiezione di docufilm missionari

Giovedì 18 ottobre ore 16.30
Recital di poesie in vernacolo e in lingua del premio letterario nazionale “Logo d’Oro Città di Terni” ed altre.
Presentazione di libri degli autori del territorio

Venerdì 19 ottobre ore 16.30
“I giovani raccontano…” testimonianze e dibattito

Sabato 20 ottobre ore 16.30
Presentazione dei libri premiati al Logo d’oro città di Terni

Sabato 20 ottobre ore 21
Veglia Missionaria
chiesa San Matteo apostolo – Terni

Domenica 21 ottobre ore 16.30
Giornata Missionaria Mondiale
Proiezione di filmati missionari

Lunedì 22 ottobre ore 10.30
Visita guidata alla mostra per le scuole
Ore 18 chiusura della mostra e consegna attestati di partecipazione

TERNI-NARNI-AMELIA. RACCOLTA PER GLI EMPORI SOLIDALI DELLA CARITAS

 

0car

La raccolta alimentare della Caritas diocesana e associazione di Volontariato San Martino, effettuata sabato scorso in undici supermercati di Terni, Amelia e per la seconda volta a Narni, per sostenere l’attività dell’emporio solidale di via Vollusiano a Terni e dell’emporio solidale di Amelia-Narni presso la Cittadella della solidarietà, ha avuto un riscontro positivo con una donazione di sette tonnellate e mezza di prodotti alimentari e per l’igiene, in prevalenza pasta, riso, legumi, pelati, prodotti per l’infanzia, tonno e carne in scatola, olio, biscotti e farina.
Nello specifico sono stati raccolti: kg. 5.982 negli otto supermercati di Terni; kg. 602 nel supermercato Conad di Narni e kg. 921 nei quattro supermercati di Amelia.

«Siamo soddisfatti per l’adesione e il dono di tante persone alla raccolta – sottolinea Ideale Piantoni direttore della Caritas diocesana – che è un segno importante di solidarietà, speranza e condivisione diffusa tra la gente. Questo ci aiuta concretamente, in un periodo difficile e di disinteresse da parte del tessuto sociale cittadino nei confronti delle povertà, a sostenere e incrementare l’attività degli empori solidali per svolgere un servizio sempre più esteso ed efficace, di fronte anche al mutare della povertà e della presenza più numerosa di famiglie di italiani bisognosi, spesso proprio coloro che rimangono più nell’ombra. Oggi è ancora di più essenziale l’apporto di tante persone che generosamente hanno dato il loro contributo, ciascuno secondo le proprie possibilità, che ringraziamo, insieme ai dirigenti ed il personale delle strutture commerciali che hanno aderito. Purtroppo le risorse per continuare nell’opera degli empori sono sempre meno e di conseguenza anche le persone che possono beneficiarne, per questo le raccolte alimentari diventano essenziali per consentire di poter dare risposte concrete alle persone che si rivolgono alla Caritas».

La raccolta ha interessato a Terni l’Ipercoop di via Gramsci, l’Iperconad di Cospea, la Coop di Fontana di Polo, Superconti Cesure, Superconti Borgo Rivo, Conad Superstore di Borgo Bovio, Conad di via Cesare Battisti, Conad Superstore di via del Rivo; ad Amelia la Coop di via I maggio, Superconti via Nocicchia, Eurospin via Roma, Acqua &Sapone, Conad Marcone a Fornole di Amelia, la Conad di Narni scalo. La Coop Tirreno di Amelia effettuerà la raccolta il prossimo sabato.
Nella raccolta sono stati coinvolti 224 volontari nei vari supermercati, tra cui molti giovani, scout, immigrati, senzatetto, bambini del catechismo, catechisti e sacerdoti, 12 persone tra autisti, addetti allo scarico in magazzino e al carico sui mezzi.

I volontari provengono dalle parrocchie di San Francesco, San Pietro, Sant’Antonio, Santa Maria della Misericordia, Santa Maria del Carmelo, San Giuseppe Lavoratore, Nostra Signora di Fatima, Rocca San Zenone, Papigno, San Valentino, San Paolo, Santa Maria del Rivo, San Giovanni Bosco di Terni, e dalle parrocchie di Amelia: San Francesco, San Massimiliano Kolbe, insieme agli gli Scout Europa ed Agesci, ai volontari della Mensa San Valentino, degli ospiti della casa di prima accoglienza O. Parrabbi.

Attualmente nell’emporio solidale di Terni vengono aiutati 125 nuclei familiari per un totale 450 persone che usufruiscono del servizio, prevalentemente italiani, famiglie con bambini in tenera età che, a causa della crisi e della perdita del lavoro, non hanno il necessario per vivere, donne sole con figli e diverse persone anziane. Ogni settimana circa trenta persone, a rotazione, usufruiscono di questa opportunità che si ripete per ciascuno con cadenza quindicinale o mensile.
Nell’emporio solidale di Amelia, a cui fanno riferimento le attività caritative della zona di Amelia e alcune parrocchie del narnese e Valle Teverina, vengono aiutati 150 nuclei familiari.

Gli empori solidali della Caritas diocesana sono punto di riferimento per molte persone in difficoltà che attraverso questo servizio hanno la possibilità di avere generi di prima necessità. Recandosi in quello che è un vero e proprio market si possono acquistare con una scheda a punti ciò di cui si ha bisogno. La tessera viene caricata di punti in base a dei parametri variabili a seconda della tipologia e situazione complessiva a livello economico-fiscale e sociale dei nuclei familiari. Questo per consentire una spesa equilibrata ed intelligente che educhi gli utenti alla logica del non-spreco. Gli empori offrono beni a misura di famiglia, consentendo cioè alle persone di autogestirsi, offrendo loro la possibilità di superare la situazione di crisi e l’opportunità di avere un ruolo attivo e partecipativo, promuovendone la massima autonomia possibile.

DALLA CEU LETTERA APERTA A QUANTI SONO IMPEGNATI NEL MONDO DELLA SCUOLA IN UMBRIA

0SCUOLA

La Commissione Regionale per l’Educazione della Conferenza Episcopale Umbra come ogni anno esce per il 4 ottobre festa di San Francesco di Assisi con una lettera di augurio a quanti operano nel mondo della scuola. Questa lettera verrà consegnata alle scuole delle 8 diocesi umbre da parte della Commissione stessa per il tramite degli uffici scuola diocesani. Quest’anno il focus della commissione si è concentrato sui settanta anni della Costituzione Italiana, sul Sinodo sui giovani e sulle figure di insegnanti, a volte misconosciuti, e il cui lavoro non viene adeguatamente valorizzato ed apprezzato, che si impegnano specialmente nelle “periferie esistenziali”, come i quartieri difficili delle grandi città dove tanti ragazzi non frequentano la scuola o abbandonano presto gli studi. “Ci piace riassumere questi autentici “testimoni” nella figura di un “martire” della mafia: don Pino Puglisi. Sacerdote palermitano, insegnante di matematica e anche di religione nelle scuole della città, aveva capito che si potevano e dovevano coniugare,  per la crescita della persona, legalità e Vangelo e aveva promosso tutta una serie di iniziative per tenere vicino a sé i giovani, strapparli dalla strada e dalla delinquenza, e dare loro un futuro” (dalla lettera di inizio anno).
Ricordiamo che la Commissione Regionale per l’Educazione nella primavera scorsa ha organizzato i suoi incontri di formazione a cui hanno partecipato dirigenti, insegnanti, genitori, studenti, sacerdoti, religiosi, educatori.
Nell’anno passato ci siamo introdotti sulla questione dell’Alternanza Scuola Lavoro con un seminario di formazione su Giovani e Lavoro: un’utopia realizzabile – Riflessioni partendo dall’alternanza Scuola Lavoro, portato avanti da Silvia Cocchi, direttrice dell’Ufficio per la pastorale scolastica della Diocesi di Bologna, e Roberto Pellegatta, esperto formatore in sistemi e politiche scolastiche.
Anche nella primavera 2019 la Commissione Regionale per l’Educazione organizzerà nuovi incontri con nuove proposte di riflessione per la Scuola.

Annarita Caponera
Coordinatrice Commissione Regionale Educazione (CEU)

LETTERA CRESU 2018

SERVIZIO CIVILE NELLE CARITAS DELL’UMBRIA

0SCN

C’è ancora qualche giorno di tempo per la candidatura ai progetti promossi dalle Caritas diocesane dell’Umbria nell’ambito del Servizio civile nazionale. I ragazzi e le ragazze tra i 18 e i 28 anni che vorranno fare quest’esperienza, potranno presentare l’apposita domanda entro il 28 settembre prossimo.

Ventisette i posti a disposizione e sei i progetti. A cominciare da Perugia con “In a spirit of brotherhood” che riserva ai volontari quattro posti nell’ambito dell’immigrazione. Altrettanti a Terni per il progetto “Spazio integrazione” e nella Caritas operante nell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia con “Vogliamo esserci per ripartire”, progetto che dà la possibilità per i ragazzi e le ragazze di essere impiegati al centro di ascolto (tre posti) e alla mensa (un posto). Cinque, invece, i volontari richiesti dalla Caritas Diocesana di Città di Castello con il progetto “La linea sottile”, che prevede l’impiego di 2 giovani al centro d’ascolto, altrettanti per il servizio mensa ed uno per quello dell’Emporio. Chiude il cerchio l’Ufficio pastorale della diocesi di Foligno con dieci posti per due progetti. Il primo, dal titolo Insieme si può”, prevede l’impiego di tre volontari alla mensa ed altrettanti all’emporio della solidarietà, uno al centro d’ascolto ed un altro all’ambulatorio medico-sanitario. Il secondo invece, dal titolo Integrando Foligno”, mette a disposizione due posti nell’ambito della bibliomediateca.

Il Servizio civile nazionale impiegherà i volontari per dodici mesi, favorendo la loro crescita sia da un punto di vista personale che professionale. I giovani, italiani e stranieri, che vorranno presentare la loro candidatura potranno farlo entro il 28 settembre prossimo scaricando il bando dal sito www.caritasitaliana.it oppure dai portali web delle singole Caritas diocesane umbre.

TERNI. LA GDF FESTEGGIA IL PATRONO SAN MATTEO CON UNA MESSA E UNA DONAZIONE ALLA CARITAS

0gdf

Questa mattina la Guardia di Finanza di Terni ha celebrato il proprio Patrono San Matteo con una funzione liturgica officiata dal Vescovo di Terni Narni Amelia Monsignor Giuseppe Piemontese nella chiesa di San Salvatore.

Presenti il Prefetto di Terni Paolo De Biagi, la Senatrice Donatella Tesei, il Procuratore della Repubblica Alberto Liguori, il Presidente del Tribunale Rosanna Ianniello, il Sindaco di Terni Leonardo Latini, nonché tutti i vertici delle istituzioni civili e militari oltre ad una folta rappresentanza delle “Fiamme Gialle“ ternane in servizio ed in congedo.

Al termine della cerimonia il Comandante della Guardia di Finanza di Terni, colonnello Massimiliano Giua, ha ringraziato tutte le autorità militari, religiose, politiche ed istituzionali presenti, in particolare modo il vescovo Piemontese, per la vicinanza quotidiana ai militari del Corpo.

La funzione religiosa è stata preceduta da una donazione, da parte degli appartenenti della Guardia Di Finanza di Terni, di generi alimentari, omogemneizzati, pelati, pasta, olio, farina, tonno, latte, barattoli di mais, lenticchie, fagioli, piselli, alla Caritas diocesana da destinare alla Mensa dei poveri San Valentino ed agli Empori Diocesani.

La consegna è avvenuta presso i locali della Caritas da parte del comandante provinciale di Terni, Colonnello Massimiliano Giua e da alcuni finanzieri, al direttore della Caritas Ideale Piantoni, vicedirettori e rappresentanti dell’associazione di volontariato San Martino.
Un’occasione per arricchire i rapporti di collaborazione con il personale in servizio ed in congedo del Corpo della G.d.F. con l’auspicio di un maggiore e costruttivo rapporto futuro, a favore di tanti indigenti, che bussano quotidianamente alla porta e che si cerca di ascoltare e accogliere.

TERNI. CONVEGNO SU PAPA PAOLO VI

0tr

Venerdì 28 settembre alle ore 17.30 presso l’auditorium don Bosco della parrocchia di San Francesco a Terni si terrà il convegno: “Non è vano il programma del nostro essere redenti. Paolo VI un testimone di speranza” con Don Angelo Maffeis direttore dell’Istituto Paolo VI e professore di Storia della teologia presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Milano.

TERNI. FESTA PER I DUE ANNI DELL’EMPORIO BIMBI DELLA SAN VINCENZO DE’ PAOLI

0SVDP

Inaugurato nel settembre 2016, l’Emporio bimbi della San Vincenzo di Terni festeggia sabato 22 settembre i due anni di attività. Lo fa con uno spettacolo che prenderà il via alle 21 al teatro comunale di Narni. Sarà uno spettacolo celebrativo con il concerto di musica leggera offerto dal Gruppo Suoni Band, la proiezione del video realizzato per festeggiare l’evento e l’esibizione dei bambini che hanno frequentato i vari laboratori (arte, danza, musica, inglese) per dare prova delle conoscenze acquisite. L’ingresso è a offerta libera per sostenere le attività dell’emporio.

Il progetto dell’Emporio bimbi nasce dalla constatazione di quanto è emerso in tanti anni di visite domiciliari fatte dai volontari della San Vincenzo di Terni, che si sono accorti che era necessario dare vita a una struttura per integrare l’assistenza tradizionale e promuovere l’inclusione dei bambini più svantaggiati. Il progetto si interessa di bambini di età compresa tra gli 0 e i 12 anni, appartenenti a famiglie di diverse nazionalità. Sono persone che vivono situazioni di difficoltà economica o altre situazioni di difficoltà esistenziale, famiglie straniere non perfettamente integrate, famiglie italiane che si sentono escluse in una società che emargina chi non ha i mezzi per sostenere l’alto tenore proposto come modello di vita per la felicità.

In questi anni l’Emporio bimbi ha puntato a garantire i beni essenziali per una vita dignitosa, evitare la dispersione scolastica e aiutare le mamme ad apprendere la lingua italiana, per meglio interagire nelle vicende della vita dei figli. Attraverso momenti di festa ha promosso l’integrazione dei più piccoli e ha offerto loro la possibilità di stringere nuove amicizie, in primo luogo con i figli dei volontari che frequentano l’emporio.

In questi due anni 199 sono state le famiglie che hanno avuto un aiuto. Hanno usufruito dei servizi dell’emporio 328 i bambini di età compresa tra gli 0 e i 12 anni, provenienti da 31 Paesi diversi. Un aiuto a 360 gradi per aiutare i bambini a crescere: per la scuola sono stati distribuiti 240 zaini, 205 astucci, 1.325 quaderni, 623 confezioni di pastelli e poi ancora grembiuli e articoli di cancelleria; 7.272 i capi di vestiario distribuiti in questi anni, 1.042 le paia di scarpe, 3.010 i capi di abbigliamento per la prima infanzia; 451 sono stati i passeggini e le culle messe a disposizione delle famiglie che si sono rivolte all’emporio. E poi ancora oltre 2.500 confezioni di pannolini, 2.439 confezioni di omogeneizzati, 1.470 di crema di nocciole, miele e marmellata e 8.437 di latte, biscotti e merendine. Non da ultimo sono stati distribuiti 4.175 giocattoli e 806 libri. Prezioso, in questi due anni, il contributo dei benefattori, dai commercianti della zona alle singole famiglie, che hanno donato i beni distribuiti poi all’emporio.

TERNI. SANTA MESSA IN APERTURA ANNO SCOLASTICO

0scu

All’inizio del nuovo anno scolastico, il vescovo Giuseppe Piemontese ha celebrato la messa per tutti gli studenti, insegnanti e operatori nel mondo della scuola nella festività di san Giuseppe da Copertino, patrono degli studenti e degli esaminandi, nella chiesa di San Francesco a Terni. La celebrazione, per il primo anno proposta al mondo della scuola cittadino, organizzata dal servizio di Pastorale Giovanile della Diocesi, è stata animata dal giovane coro della parrocchia di San Francesco ed è stata concelebrata dai sacerdoti responsabili della pastorale giovanile, vocazionale e dei gruppi giovanili di alcune parrocchie. Alla celebrazione ha preso parte l’assessore alla Scuola del Comune di Terni, Valeria Alessandrini.

“Questa sera sperimentiamo un misto di gioia e soddisfazione per ritrovarci fra amici – ha detto il Vescovo – abbiamo sentimenti di gratitudine e speranza perché il futuro si apre ai nostri cuori e alle nostre esistenze. I cristiani sanno di non poter fare nulla senza Dio quindi lo Spirito santo illuminerà le menti di ognuno di noi, dei componenti di una scuola, di una classe, scuola che io definirei con un alcune parole:la scuola come comunità di persone dove ci si educa a vicenda. C’è chi insegna e chi apprende, ma tutti insegniamo e apprendiamo contemporaneamente, certo i ruoli sono diversi. La scuola è anche una famiglia dove si impara a relazionarsi con persone strane, non con persone dello stesso sangue, come avviene in casa, ma persone strane che però costituiscono una stessa famiglia dopo  un anno, due anni, cinque anni, voi capite che le relazioni sono intense e diventano famigliari. La scuola, allo stesso tempo – ha aggiunto ancora Mons.Piemontese – è una palestra dove si fa attività sportiva, educazione fisica, ma soprattutto, una palestra dove si ricerca la verità, il sapere, la scienza. La scuola è una casa dove si impara a vivere perché se tutto non ha questo obbiettivo, allora è inutile.Si impara a vivere. Tutto questo, cari amici, da cristiani”.

Il vescovo ha poi citato San Paolo:”se io fossi uno scienziato, se io conoscessi tutti i misteri della vicenda umana, se anche io avessi una fede grandissima, ma non avessi la carità, non ho niente, non ho fatto niente. E se io anche parlassi tutte le lingue, ma non avessi la carità sarei come un cembalo che  suona, un bronzo, una campana stonata. Perché al centro di tutto ci sono l’amore e la carità. L’amore-carità. Questo alla scuola del Signore e nella scuola che avete appena iniziato. E questa scuola San Paolo la descrive così: la carità è paziente, la pazienza dello studio, la pazienza nei confronti degli amici, dei genitori e dei genitori verso i figli. La pazienza non manca di rispetto, non si adira, non tiene conto del male, non gode dell’ingiustizia, tutto copre, tutto crede, tutto sopporta, tutto spera. Io mi auguro che alla fine dell’anno possiate dire che siete cresciuti nell’amore-carità”.

Mons.Piemontese poi ha parlato di San Giuseppe da Copertino: “Oggi è la festa di San Giuseppe da Copertino, è stato un ragazzo sfortunato, con difficoltà ad apprendere, ma con grande volontà di raggiungere l’obbiettivo della sua vita, diventare francescano e diventare sacerdote. Tutti lo mettevano da parte perché non riusciva a studiare. Poi, però, per lui gli esami sono stati una passeggiata, studiava notte e giorno e alla fine è diventato consigliere di papi e cardinali. Aveva raggiunto la sintesi amore-carità.

Nonostante le sue difficoltà nello studio il suo culto si è diffuso in tutto il mondo. E’ il patrono degli aviatori, degli studenti in difficoltà, soprattutto degli esaminandi. A San Giuseppe è legata anche una importante città americana. La città di Copertino, in California, nella Silicon Valley, dove ci sono le industrie più grandi, dalla APPLE in giù. Può essere un caso, ma si chiama Copertino.”

“L’augurio è che ognuno di voi  – ha concluso Mons. Piemontese – possa essere soddisfatto e felice nella scuola. Possa dare il massimo per raggiungere gli obbiettivi possibili, crescendo come Gesù: età, sapienza e grazia. Nella sintesi dell’amore-carità”.

 

TERNI. ASSEMBLEA ECCLESIALE DIOCESANA 2018

0tr

Nella Cattedrale di Terni domenica 16 settembre si è riunita la comunità ecclesiale diocesana per l’assemblea ecclesiale: “Voi siete il sale della terra”. Un’assemblea per riflettere, alla ripresa delle attività pastorale, sul cammino della diocesi nel primo anno della visita pastorale alle parrocchie, per mettere a fuoco quelli che sono i bisogni materiali e spirituali di singoli e comunità secondo orientamenti comuni e condivisi, a individuare obiettivi e percorsi di evangelizzazione e di fede, speranza e carità nell’attuale momento storico e situazione sociale “leggendo i segni dei tempi e condividendo proposte, provocazioni e orientamenti per camminare insieme, in comunione, per essere all’altezza della missione che il Signore ci affida per l’oggi” – ha detto il vescovo.
All’assemblea molto partecipata hanno preso parte i presbiteri, diaconi, ministri vari, catechisti, religiosi, membri dei Consigli parrocchiali, delle associazioni, dei movimenti, dei gruppi ecclesiali, operatori pastorali.

“Stiamo vivendo una forte esperienza di chiesa – ha detto il vescovo all’assemblea – riuniti come comunità diocesana . Obiettivo centrale è incontrare Gesù, sviluppare la vita divina ricevuta in dono , affinché “cristificati” portiamo il sapore di Cristo in tutta la terra. L’assiduità all’ascolto della Parola, che prende forma in una catechesi sistematica e comunitaria, la partecipazione e l’esperienza eucaristica settimanale, la preghiera costante, la carità fraterna nei bisogni attuali, restano i pilastri sui quali ogni comunità parrocchiale, ogni gruppo, ogni cristiano deve rinnovare l’impegno di attuarli, insieme ai fratelli”.

Molti i temi affrontati nella relazione del vescovo a partire dal punto centrale di una comunità Chiesa che vive in comunione e che condivide l’anno liturgico come cammino di fede nell’annuncio del Vangelo e nella celebrazione domenicale, insieme alla riflessione sui giovani, sulla città e i cristiani, sui migranti e richiedenti asilo, che rappresentano per le comunità parrocchiali e le associazioni, un invito, una sfida all’accoglienza, all’integrazione responsabile, alle iniziative da mettere in atto nell’anno pastorale appena cominciato. E ancora la visita pastorale, quale tempo di discernimento, verifica, comunione ed esercizio di partecipazione alla vita della chiesa; tempo di rinnovato annuncio di Gesù anche nelle realtà più periferiche da parte della Parrocchia stessa e del vescovo.

“I segni dei tempi ci sollecitano – ha proseguito il vescovo – ad una collaborazione e interscambio tra i cristiani e la città di fronte ai cambiamenti politici e sociali, che avvengono in Italia e nella nostra città di Terni, a leggere le migrazioni con spirito di fede e per dare risposte con razionalità, umanità e nella prospettiva evangelica; la sfida dei giovani non può più attendere nella chiesa diocesana e nelle singole comunità parrocchiali, lasciandoci illuminare dal prossimo sinodo dei vescovi”.

L’assemblea si è conclusa con la concelebrazione eucaristica nel corso della quale è stato conferito il mandato ai catechisti e agli altri operatori pastorali, ai quali viene affidato il compito di essere servitori del Vangelo da donare a tutti nei vari ambiti della loro specifica attività nella chiesa diocesana.

Nel corso dell’assemblea il vescovo ha dato comunicazione di due avvicendamenti nelle parrocchie di Terni: mons. Paolo Carloni è il nuovo parroco della parrocchia Immacolata Concezione alla Polymer che subentra a don John McElroy; nella parrocchia di San Giovanni Bosco a Campomaggiore, dove finora ha prestato il suo ministero mons. Carloni, diviene parroco don Marco Crocioni attuale viceparroco. Nella parrocchia di Santa Maria Regina a Terni è parroco don Gabriel Mario Caranta.