PERUGIA. L’OMELIA DEL CARD. BASSETTI IN OCCASIONE DELLA FESTA DI SAN LORENZO

bassetti1

“La carità, cosiddetta politica, che stimola le persone a mettere i propri talenti e le proprie energie a servizio del bene comune per la costruzione della città e dello Stato, deve nascere dal desiderio di servizio disinteressato. Ma non si potrà mai conseguire il bene comune se non con strumenti politici buoni e giusti”. Lo ha detto l’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, stamani nell’omelia della messa che ha celebrato, in occasione della solennità di san Lorenzo, nella cattedrale di Perugia, dedicata al martire.

Indicandolo come modello di “Chiesa in uscita”, “per la nostra città e per la società in cui viviamo”, il porporato ha invitato i fedeli a non prendere scorciatoie: “L’essere cristiani non caratterizzato soltanto dai doveri che abbiamo verso Dio o la nostra famiglia, ma dal vivere per gli altri è il vero modo di mettere Dio al primo posto, come ha fatto san Lorenzo”.

Cardine della società indicato dal cardinale è l’amore: “Una città, una nazione, che invece che sulla solidarietà e sul bene comune tendesse a fondarsi sull’egoismo e sul privilegio, avrebbe smarrito il senso profondo del suo ruolo ordinatore e della sua finalità civilizzatrice e umanizzante”.

Nelle parole del card. Bassetti l’impegno della Chiesa, che “non ha altri modi di essere presente nella società che vivendo la sua vocazione al servizio a partire dai piccoli, dai poveri, dallo straniero, dall’orfano e dalla vedova”.

Citando Paolo VI, il presidente della Cei ha evidenziato che “la carità deve investire la politica con la propria forza di illuminazione, energia di dedizione, capacità di servizio”. “Certo, tutto questo esige un impegno pedagogico ed educativo molto forte – ha affermato il card. Bassetti –; ma se non si fossero mossi in questo senso i nostri padri, noi oggi non avremmo una Carta costituzionale, che rimane un orientamento sicuro”.

I GIOVANI UMBRI PER LE STRADE CHE PORTANO A ROMA

0permillestrade

Il passaggio dei giovani lungo le strade dell’Umbria è un momento di “evangelizzazione stupenda”. “Si tratta di una Chiesa in cammino che riesce ad interrogare l’uomo della strada. Oltre a tanta gente generosa, infatti, abbiamo incrociato gli scettici che si sono fermati a domandarci cosa stessimo facendo e perché”, racconta don Riccardo Pascolini, incaricato della pastorale giovanile umbra, sottolineando che quella curiosità “rappresenta implicitamente anche una domanda sulla loro stessa fede”.

“Per molte persone che ci hanno avvicinato, lo scetticismo iniziale si è trasformato in ammirazione e poi in domande che hanno provocato un dialogo positivo con i ragazzi”, spiega il sacerdote per il quale un primissimo effetto dei pellegrinaggi dei giovani verso Roma è stato proprio quello di “ridestare le domande di senso nella gente”.

Inoltre, aggiunge don Pascolini, “l’esperienza è stata significativa per i ragazzi perché ha rivelato loro la possibilità di riuscire a stare in fraternità, di raggiungere obiettivi che sembravano impossibili, di farcela anche se in ritardo rispetto al gruppo”. A dimostrazione del fatto che “con la preghiera e la buona volontà, possiamo raggiungere la meta perché il Signore ci aiuta”. E questo, rileva, “è ciò che accade anche nella vita”.

“Esperimento riuscito” anche quello di vivere l’esperienza senza cellulari, né soldi propri, ma in piccole fraternità, con una cassa comune. “Questo – conclude – aiuta a scoprire i propri limiti, a crescere, a creare relazioni importanti e durature. Il non avere gli smartphone è una forma di distacco che permette di rieducarci per poi riutilizzarli meglio”.

PERUGIA. NUOVI PARROCI E VICARI NELLE CHIESE DELLA DIOCESI

0logodiocesipg

Nell’Archidiocesi di Perugi-Città della Pieve prosegue l’avvicendamento alla guida delle parrocchie avviato dopo la conclusione della Visita pastorale (2013-2017)  del cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti e la riorganizzazione delle parrocchie in Unità pastorali (Up). I nuovi parroci e vicari parrocchiali faranno ingresso nelle rispettive parrocchie-Up tra settembre e ottobre, all’inizio dell’Anno pastorale 2018-2019. Quest’anno i trasferimenti e le nuove nomine sono in numero ridotto rispetto al 2017, legate soprattutto alla destinazione dei cinque neo-ordinati sacerdoti e alla quiescenza di alcuni parroci. Le disposizioni della Curia arcivescovile riguardano le comunità parrocchiali-Up di Marsciano, San Valentino e Castello delle Forme, Elce e Case Bruciate in Perugia, Montebello, San Marco, Paciano, Vaiano e Villastrada, Torgiano e Brufa, Tuoro e Passignano sul Trasimeno, San Mariano e Girasole, Santo Spirito e Santi Biagio e Savino in Perugia.

A Marsciano don Marco Pezzanera, giovane sacerdote originario del luogo, prende il posto di mons. Giuseppe Ricci, il quale, dopo 17 anni di servizio, rimarrà a collaborare con il nuovo parroco. Don Marco sarà moderatore dell’unità pastorale 23 e parroco anche di Schiavo e Migliano.

Al posto di Don Pezzanera nelle parrocchie di San Valentino e Castello delle Forme subentra don Miroslaw Puchacz, sacerdote polacco della Diocesi di Drohiczyn, finora parroco di Paciano, Vaiano e Villastrada.

Lascia l’oratorio parrocchiale OSMA di Marsciano don Gaetano Romano SDB, che assume l’ufficio di parroco solidale di Elce e Case Bruciate; parroco moderatore di entrambe sarà don Riccardo Pascolini. Nella parrocchia di Elce si darà particolare attenzione alla pastorale dei numerosi studenti universitari presenti in zona.

Don Luca Bartoccini, parroco uscente di Elce, assumerà l’ufficio di Canonico Sacrista nella Cattedrale di San Lorenzo in Perugia, continuando a dirigere il Centro di Formazione Pastorale.

Padre Dante Camurri SdC, finora vicario parrocchiale di Brufa, assumerà l’ufficio di vicario parrocchiale di Montebello.

Padre Gabriele Cristaldini OFM Capp lascerà l’incarico di Cappellano del Sodalizio San Martino per servire come vicario parrocchiale la parrocchia di San Marco

Don Mauro Angelini, recentemente incardinato nell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve dall’ordine dei Frati Minori, è stato nominato assistente spirituale del Perugia Calcio.

Padre Alberto Viganò OP è stato nominato assistente della sezione perugina dell’UGCI, Unione Giuristi Cattolici Italiani.

Venendo ai  nuovi ordinati sacerdoti: don Augusto Martelli sarà parroco di Paciano, Vaiano e Villastrada; don Federico Casini vicario parrocchiale a Torgiano e Brufa; don Giovanni Yang vicario parrocchiale a Tuoro e Passignano sul Trasimeno; don Nicolò Gaggia vicario parrocchiale di San Mariano e Girasole; don Pietro Squarta vicario parrocchiale di Santo Spirito e dei Santi Biagio e Savino in Perugia.

Come previsto nella riforma del centro storico del capoluogo umbro varata in seguito alla suddetta Visita pastorale, dal 1 settembre 2018 la parrocchia di San Giovanni Rotondo alla Chiesa Nuova, detta anche di San Filippo Neri, viene soppressa e il relativo territorio unito alla Parrocchia di Sant’Andrea in Porta Santa Susanna. Il patrimonio della parrocchia estinta passerà alla Diocesi, eccetto la chiesa di San Filippo, che sarà restituita alla Congregazione dell’Oratorio (Padri Filippini), divenendo Rettoria.

Nello scorso mese di giugno, dopo la modifica dello Statuto, è stato nominato il nuovo Capitolo dei canonici della concattedrale dei Santi Gervasio e Protasio di Città della Pieve, così composto: don Piero Becherini, don Paolo Cherubini, don Aldo Gattobigio, mons. Augusto Panzanelli, don Leonardo Romizi, don Alessandro Segantin, mons. Remo Serafini, don Simone Sorbaioli (arciprete).

CARD. BASSETTI: “MARCHIONNE UOMO DI UMILI ORIGINI”

0marchionne

Di Sergio Marchionne ricorda “l’uomo, di umili origini, emigrato con la sua famiglia in Canada dove ha potuto studiare e realizzarsi come padre e come professionista” il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e arcivescovo di Perugia. Che “con profonda commozione” esprime le sue “più sincere condoglianze alla famiglia”.

“E ne ricordo – ha affermato il cardinale Bassetti parlando ancora di Marchionne – il dirigente d’azienda che, con coraggio e intelligenza, ha saputo scrivere una delle più importanti pagine di storia industriale degli ultimi decenni. In questo momento, in cui la pietà cristiana supera ogni sterile polemica umana, prego per lui il Signore – ha concluso il presidente della Cei – perché lo accolga nella Sua pace e doni consolazione a quanti lo hanno avuto caro”.

PERUGIA. “FESTIVAL INTERNAZIONALE LAURENZIANO D’ORGANO”

0locandina

Giunge al traguardo delle prime dieci edizioni il “Festival Internazionale Laurenziano d’Organo” in programma a Perugia, dal 1° al 13 agosto (ore 21.30), con dieci concerti all’organo Tamburini della cattedrale di San Lorenzo con 5.178 canne. È un atteso appuntamento del panorama degli eventi culturali estivi che la città di Perugia offre ai numerosi ospiti italiani ed esteri, collocato in calendario tra Umbria Jazz (luglio) e la Sagra Musicale Umbra (settembre), promosso dal Capitolo della cattedrale con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia, del Comune e della Camera di Commercio di Perugia.

La decima edizione ripercorrerà i temi trattati nelle prime nove, dalla musica d’organo francese a quella tedesca, dalla musica sacra a quelle che hanno accompagnato importanti avvenimenti storici che negli anni hanno celebrato i centenari: la Prima guerra mondiale (1914-2014) e la Riforma luterana (1517-2017). Fa eccezione il concerto dedicato ai 150 anni (1868-2018) dalla scomparsa di Gioacchino Rossini, che si terrà sabato 4 agosto. Alcuni dei più noti maestri e compositori di musica d’organo europei ritorneranno a Perugia esibendosi all’organo Tamburini della cattedrale nelle serate del 1, 2, 4, 5, 7, 8, 9, 11, 12 e 13 agosto.

Due nomi nuovi, di grande prestigio, sono il degno coronamento del decennale di questo Festival: Andreas Sieling, organista del duomo di Berlino, che si esibirà martedì 7, e Martin Baker, organista della cattedrale di Westminster di Londra, che si esibirà mercoledì 8. Gli altri organisti, che allieteranno le serate laurenziane perugine in occasione della festa liturgica del santo titolare della cattedrale del 10 agosto, sono: Pauli Pietilainen di Lahti, Finlandia, che inaugurerà la decima edizione mercoledì 1 agosto; Piergiovanni Domenighini di Darfo Boario Terme, che si esibirà giovedì 2; Giuliana Maccaroni e Martino Pòrcile di Pesaro, che terranno il concerto dedicato al 150° anniversario della morte di Rossini; Mario Ciferri di Porto San Giorgio, che si esibirà domenica 5; Adriano Falcioni, organista della cattedrale di Perugia e direttore artistico del Festival, che si esibirà giovedì 9 e domenica 12; Markus Nitt di Wilhelmshaven, Germania, che si esibirà sabato 11; Jean Paul Imbert di Parigi, che concluderà il Festival lunedì 13.

Ogni singolo concerto, come è stato già evidenziato, riprenderà il tema di una delle precedenti edizioni. E’ un “percorso della memoria” che vuole rivivere le tappe del Festival quasi un’ideale e grato incontro con quanti, musicisti e spettatori, vi hanno partecipato, arricchendo il panorama musicale dell’estate perugina con la competenza degli uni e il sempre crescente gradimento degli altri.

Lo scorso anno, 50° anniversario della realizzazione dell’organo Tamburini della cattedrale, un gruppo di amici e appassionati di musica aveva pensato di dare vita ad un’associazione culturale musicale, senza scopo di lucro, con la finalità di promuovere e organizzare il festival annuale d’organo. L’associazione F.I.L.O. (l’acronimo di Festival Internazionale Laurenziano d’Organo) è poi nata quest’anno, per la decima edizione del Festival. Alla F.I.L.O. possono aderire quanti sono interessati a contribuire anche ad attivare opportune iniziative utili alla valorizzazione e alla conservazione dell’organo della cattedrale, avviare sinergie con altri sedi organistiche, con istituzioni pubbliche e private compatibili con le finalità generali del Capitolo della cattedrale di San Lorenzo promotore del festival. Sono ammessi come associati tutte le persone fisiche maggiorenni ed anche le persone giuridiche, previa domanda indirizzata al presidente dell’associazione, mons. Fausto Sciurpa (Associazione F.I.L.O., piazza IV Novembre 6, 06123 Perugia), che deve indicare, oltre i dati anagrafici e fiscali, l’accettazione dello Statuto e degli organi di rappresentanza sociale (l’Assemblea generale dei soci, il Consiglio direttivo e il Presidente). Quattro le categorie dei soci: fondatori e ordinari (che formano l’Assemblea generale), sostenitori e onorari. Il Consiglio direttivo è composto da sei membri, due di diritto, il presidente del Capitolo del duomo, che assume anche la carica di presidente della F.I.L.O., e il direttore artistico del Festival. Gli altri quattro sono eletti dall’Assemblea generale.

Per info dettagliate sulla decima edizione del Festival Internazionale Laurenziano d’Organo e per aderire alla F.I.L.O., contattare il numero telefonico 075.5723832, oppure consultare il sito: www.cattedrale.perugia.it

L’OPUSCOLO DELLA CHIESA UMBRA SUL BILANCIO DEL 2017

0BADU

Le schede che accompagnano i rendiconti di ciascuna delle otto Diocesi dell’Umbria sono solo un piccolo esempio: illustrano opere sociali, interventi di manutenzione del patrimonio storico-artistico, esperienze educative per le nuove generazioni…
Che dire, poi, del ministero dei parroci? Essi sono assai spesso punti di riferimento educativo e sociale per l’intero paese o quartiere, poiché accolgono e accompagnano una quantità di persone e famiglie, senza badare alla provenienza o alla confessione religiosa. La sezione finale, dedicata agli oratori, tenta di tradurre in cifre la ricaduta sociale di uno spazio educativo che la Chiesa.

L’OPUSCOLO

PERUGIA. AL VIA LA “SUMMER MEDIA CAMP”

0SMC2018

Usare i social network in modo intelligente e professionale per una comunicazione efficace. Si svolgerà con quest’obiettivo il “Summer media camp 2018” promosso dalla Conferenza episcopale umbra con le redazioni di “Umbria Radio” e “La Voce”. Sarà rivolto a giovani, tra i 18 e i 30 anni, appassionati di comunicazione. L’appuntamento con la seconda edizione del “Summer media camp” è dal 24 al 27 luglio, a Perugia, nel palazzo arcivescovile e nel Centro internazionale accoglienza.

Quattro i corsi organizzati in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti umbri. Il primo tratterà le “News nel sistema ibrido dei media. La comunicazione della Chiesa al tempo dei social media”. Ne parleranno Rita Marchetti, docente di Sociologia all’Università di Perugia, e don Walter Insero, collaboratore dell’Ufficio Cei per le comunicazioni sociali. Altro tema: “Le community: risorsa per un’informazione affidabile. L’informazione al tempo delle community social-buone pratiche sul tema” con i giornalisti Bruno Mastroianni e Daniele Morini. Francesca Triani e Andrea Canton parleranno de “Le nuove vie dell’informazione: quale social network per quale obiettivo?”, mentre le “strategie per aumentare la circolazione delle notizie. Web marketing & Social media marketing” saranno approfondite da Lucia Rosati e Barbara Serafini.

L’apertura e le conclusioni dei lavori saranno affidate a mons. Paolo Giulietti, vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e delegato della Ceu per le comunicazioni sociali: “Ci aspettiamo dalla crescita delle competenze sui social media una nuova vitalità anche per i media più tradizionali, che se ne possono avvalere per suscitare nuovo interesse”.

Il “Summer media camp 2018” vuole approfondire la possibilità offerta dai social di diffondere notizie e costruire comunità, avvalendosi dell’esperienza di esperti e professionisti di fama nazionale nel campo del social media marketing, con laboratori full immersion, condivisione di esperienze e visite guidate nel mondo della comunicazione.

Gli interessati possono ancora iscriversi e conoscere nei dettagli il programma dell’iniziativa (http://summercamp.chiesainumbria.it/ ; summermediacamp@chiesainumbria.it).

NORCIA. GIORNATA REGIONALE DEI GIOVANI “X MILLE STRADE”

0permillestrade

Il 4 agosto. a Norcia si terrà la Giornata regionale dei Giovani “X MILLE STRADE” promossa dal Servizio di Pastorale giovanile e Coordinamento oratori della Conferenza episcopale umbra (Ceu) in vista del Sinodo ordinario dei Vescovi 2018 dal tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale“.

Programma:

  • 9.30: arrivo a Norcia – Pellegrinaggio verso Piazza S. Benedetto.
  • 11.00: agorà dei giovani umbri.
  • 13.00: pranzo al sacco.
  • 15.00: laboratori della fede – Benedizione pellegrini e consegna credenziali.
  • a seguire: partenza dei cammini diocesani verso Roma per l’incontro con Papa Francesco dell’11 e 12 agosto a Roma.

PERUGIA. SETTIMANA DI PREGHIERA, RIFLESSIONE E ATTIVITA AL MONASTERO DI S. AGNESE

0sa

Presso il Monastero Clarisse S. Agnese – Perugia dal 29 luglio al 5 agosto 2018 si terrà la Settimana di preghiera, riflessione e attività, per ragazze tra i 18 ai 35 anni che desiderano fare un’esperienza di approfondimento vocazionale.

“Perché tu sei prezioso ai miei occhi, vali più del più grande dei tesori, Io sarò con te ovunque andrai”.

Le giornate sono cadenzate secondo il ritmo della vita quotidiana del Monastero: preghiera e attività. Seguiranno momenti di riflessione, dialogo e condivisione fraterna sul tema del cammino della vita interiore, per scoprire la profondità del proprio cuore.

L’ospitalità nella foresteria del Monastero è semplice e familiare comprensiva di tutto, la quota di partecipazione è gratuita. L’Arrivo è previsto entro le ore 19.00 del 29 luglio e la partenza il 5 agosto dopo il pranzo.

Per ulteriori informazioni o iscrizioni: ch.agnese@diocesi.perugia.it ; tel. 075.40334 chiedendo di sr. Chiara Agnese e sr. Caterina Maria; www.clarisseperugia.it

CITTA’ DI CASTELLO. RIUNIONE MENSILE DEI VESCOVI UMBRI

0vescovi-umbri-con-sindaco

Si è tenuta oggi a Città di Castello, nella casa madre della congregazione delle Piccole Ancelle del Sacro Cuore, la riunione mensile dei vescovi umbri. Proprio oggi, 9 luglio, ricorre la festività di santa Veronica Giuliani, particolarmente sentita dalla comunità tifernate. Nel pomeriggio la solenne celebrazione eucaristica a conclusione della festa è stata presieduta da mons. Renato Boccardo, presidente della Conferenza episcopale umbra e concelebrata da mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello.

I vescovi sono stati salutati dal sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta, che ha espresso ai presuli la soddisfazione per la collaborazione continua con la Chiesa locale, sia in ambito culturale che sociale, in un epoca di grandi difficoltà umane e materiali per tante famiglie.

Nel corso dei lavori, i vescovi – si legge in una nota – “si sono confrontati sulla situazione delle loro realtà ecclesiali al termine dell’anno pastorale, dando appuntamento ai giovani delle otto diocesi dell’Umbria il 4 agosto a Norcia, in segno di solidarietà con le popolazioni terremotate, e in occasione dell’incontro preparatorio al pellegrinaggio a piedi verso Roma, che si concluderà il 12 agosto con l’incontro con Papa Francesco in piazza San Pietro” in vista del Sinodo dei vescovi sui giovani.

La Conferenza episcopale umbra ha provveduto alla nomina del nuovo delegato regionale della Caritas umbra per il quinquennio 2018-2023 nella persona di Marcello Rinaldi, direttore della Caritas diocesana di Orvieto-Todi, che sarà affiancato nel delicato incarico in qualità di vice delegato dal diacono Mauro Masciotti, direttore della Caritas diocesana di Foligno.
Inoltre, i vescovi hanno nominato padre Matteo Siro, provinciale dell’ordine dei Frati minori cappuccini, delegato regionale Fies (Federazione italiana esercizi spirituali).