ASSISI. AL SANTUARIO DELLA SPOGLIAZIONE LECTIO DIVINA CON I GIOVANI TENUTA DA MONS. SORRENTINO

SANTU.SPOGLIAZIONE1

In vista degli eventi per la settimana della Spogliazione che si terranno dal 15 al 20 maggio torna l’appuntamento di preghiera e riflessione celebrato il 20 di ogni mese in ricordo dell’apertura del Santuario. In particolare il 20 aprile in mattinata, alle ore 8,15 sono previste le lodi e alle ore 10 il rito della Spogliazione, ovvero un percorso per spogliare l’anima di fronte a Dio. Alle ore 12 ci sarà la preghiera dell’Angelus presieduta dal vescovo monsignor Domenico Sorrentino. Il programma del pomeriggio prevede alle ore 16 l’adorazione eucaristica e le confessioni, alle ore 17 il santo rosario meditato, a seguire alle ore 18, la messa presieduta da monsignor Marcello Bartolucci, segretario della Congregazione delle cause dei Santi. In serata alle ore 20,45 ci sarà una lectio divina con i giovani della diocesi tenuta dallo stesso vescovo Sorrentino.

S.MARIA DEGLI ANGELI. SEMINARIO FORMATIVO “GIOVANI E LAVORO: UN’UTOPIA REALIZZABILE”

0edu

Venerdì 20 aprile 2018 dalle ore 16 alle 19 presso l’hotel Cenacolo di Santa Maria degli Angeli si terrà l’incontro del seminario formativo promosso dalla Commissione per l’Educazione della Conferenza Episcopale Umbra “Insieme per educare” che sarà dedicato al tema: “Giovani e Lavoro: un’utopia realizzabile — Riflessioni partendo dall’alternanza Scuola Lavoro”.  Introduzione Annarita Caponera, coordinatrice Commissione Regionale Educazione della Conferenza Episcopale Umbra (CEU)

Interventi: Silvia Cocchi, direttrice dell’Ufficio per la pastorale scolastica della Diocesi di Bologna, referente commissione alternanza scuola lavoro protocollo intesa Conferenza Episcopale Emilia Romagna e USR Emilia Romagna; Roberto Pellegatta, già dirigente scolastico, esperto formatore in sistemi e politiche scolastiche.

Conclusioni Mons. Domenico Sorrentino, vescovo delegato CEU per la Commissione Regionale Educazione (Educazione, Scuola e Università, Insegnanti RC).

ASISSI. MOSTRA 3D NELLA BASILICA DI SAN FRANCESCO

0tm

La mostra “TERRE-MOTI” è un’esposizione itinerante dal taglio scientifico-culturale, per conoscere la storia e le dinamiche del sisma, le casistiche più eclatanti nel mondo e in Italia, fino ad arrivare al focus sul terremoto che colpì proprio Assisi e la Basilica nel 1997.

La Basilica di San Francesco diventa, in questo percorso artistico, il testimone più rappresentativo attraverso i messaggi del pensiero francescano, affinché il passato ci ricordi quanto sia necessario fare per un futuro più sicuro, e la descrizione degli interventi di salvataggio che la interessarono e che fecero il giro del mondo per la loro innovatività.

All’interno del percorso, che si sviluppa nel suggestivo Chiostro di Sisto IV, un palco dedicato alla realtà virtuale: i visitatori verranno “trasportati” all’interno della Basilica, rivivendo i momenti del famoso crollo del ’97, per poi osservare il comportamento di un fabbricato durante diverse scale di terremoto, in un’esperienza emotiva e conoscitiva simbiotica.

La mostra sarà aperta fino a ottobre 2018.
Per maggiori informazioni: www.mostraterremoti.com

ASSISI. IL 12 MAGGIO ANGELA MERKEL PER LAMPADA PACE SAN FRANCESCO

0merkel

La cancelliera tedesca Angela Merkel, farà visita alla Basilica di San Francesco d’Assisi il prossimo 12 maggio per ricevere in dono, dai frati del Sacro Convento, la lampada della pace di San Francesco per “la sua opera di conciliazione in favore della pacifica convivenza dei popoli”. All’incontro, durante il quale la cancelliera terrà una lectio, sarà presente anche il presidente della Repubblica della Colombia e premio Nobel per la pace, Juan Manuel Santos.

Il Custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, ha sottolineato che la lampada di San Francesco è “un dono che auspichiamo alimenti lo spirito programmatico dei governanti volgendolo sempre più alla ricerca del bene comune, dello sviluppo e dei rapporti tra i popoli sulla base di principi quali la cura della casa comune, la condivisione e l’integrazione. Un’Europa che, – continua padre Mauro –  lo vediamo, ha ancora tanta strada da fare per giungere ad una possibile ‘unità plurale’. L’Europa deve confrontarsi con le luci e le ombre della sua storia e le difformità interne ed esterne, imparando ad accogliere l’altro e a superare le differenze”.

In preparazione dell’evento del 12 maggio si terranno una serie di incontri presso il Sacro Convento di Assisi: 21 aprile alle 17.00, dibattito sulla “Crisi europea” e il 3 maggio dalle 9.00 alle 18.00 dal titolo “La cooperazione nell’Europa che cambia”.

PERUGIA. LA GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI

0gv

Sabato 21 e domenica 22 Aprile, si celebra in Umbria la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni. Quest’anno l’Ufficio nazionale insieme all’ufficio regionale per la pastorale delle vocazioni, celebrano nella diocesi di Perugia questo evento.

L’appuntamento è per sabato 21 aprile, alle ore 19.30 con una catechesi proposta dal Vescovo di Gubbio Mons. Luciano Paolucci Bedini; alle ore 21.00 un momento di veglia e di riflessione con i giovani delle diocesi umbre presieduta dal Card. Gualtiero.Bassetti; domenica 22 aprile, alle ore 11 la celebrazione eucaristica in Cattedrale, trasmessa su RAI 1.

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO PER LA 55ª GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI

TERNI. “SULLA VIA DEI CAMMINI”: INCONTRO CON MONS. PAOLO GIULIETTI

guida via di francesco

Sabato 14 Aprile alle ore 16.30 presso la sede della Confcommercio di Terni (L.go Frankl, 10) si terrà l’incontro dedicato al libro “La via di Francesco”, alla presenza degli autori Monsignor Paolo Giulietti vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e Gigi Bettin, nell’ambito della rassegna “Sulla Via dei CamminiTre incontri dedicati alla scoperta dei cammini dell’Umbria Meridionale.

L’iniziativa, promossa dall’Associazione Tempus Vitae e dalla Compagnia dei Romei, in collaborazione con Confcommercio Terni, intende valorizzare e promuovere il territorio dell’Umbria meridionale attraverso le immagini e le parole degli autori che hanno raccontato i paesaggi, gli itinerari, non solo terreni ma anche spirituali. Il legame con il territorio è fondamentale; tutti i soggetti possono e devono contribuire a creare contenuti ed amplificare i messaggi giusti attraverso la cultura ed il turismo, perle preziose del tesoro della regione.

Per informazioni: info@tempusvitae.it – 340 5663725

PERUGIA. INCONTRO REGIONALE VOCAZIONALE

silenzio2

Incontro regionale dei Giovani in ricerca e orientamento vocazionale a Perugia, sabato 21 Aprile. In programma alle ore 19.30 la catechesi di mons. Luciano Paolucci Bedini Vescovo di Gubbio nella chiesa del Gesù in piazza Matteotti. Alle ore 21 la veglia di preghiera con il cardinale Gualtiero Bassetti a seguire Luce nella Notte.

Domenica 22 aprile alle ore 11 è in programma la santa messa nella Cattedrale di Perugia in diretta su Rai Uno.

L’incontro è promosso dalla Ceu, dal Servizio di pastorale Giovanile di Perugia e dalla Pastorale Universitaria.

ASSISI. SEMINARIO CEI: “INIZIAZIONE CRISTIANA: UN PERCORSO INCLUSIVO”

0AS

Un’occasione per riflettere sull’iniziazione cristiana delle persone disabili e per conoscere le pratiche realizzate nelle varie diocesi. Con questi obiettivi è stato organizzato ad Assisi, il 27 e il 28 aprile, il seminario nazionale, a cura del Settore Cei per la catechesi delle persone disabili. “Iniziazione cristiana: un percorso inclusivo” sarà il tema degli incontri.

L’iniziativa si svolgerà a distanza di 14 anni dalla pubblicazione del documento “L’iniziazione cristiana alle persone disabili” e di 4 dal seminario su “catechesi e disabilità”. Ad aprire gli appuntamenti nel pomeriggio del 27 aprile sarà la lectio divina di padre Giulio Michelini, alla quale seguirà la relazione sui cinque sensi per essere iniziati alla fede di padre José Tolentino Mendonça. Entrambi hanno predicato gli esercizi spirituali per Papa Francesco. In serata, sarà inaugurata la mostra “O tutti o nessuno! Alcuni strumenti pastorali inclusivi” e si apriranno gli atelier sensoriali sulle buone prassi nell’iniziazione cristiana sperimentate nelle diocesi. “Non solo laboratori. Attraverso i cinque sensi faremo esperienze che aiuteranno noi a cambiare, a rimetterci in discussione”, spiega suor Veronica Donatello, responsabile nazionale del Settore.

L’indomani mattina mons. Luciano Paolucci Bedini, vescovo di Gubbio e delegato per la catechesi in Umbria, presiederà una Messa. Al termine, Enzo Biemmi, coordinatore dell’Ufficio catechistico nazionale, farà il punto su “iniziazione cristiana, comunità, inclusione”. Le riflessioni continueranno con una tavola rotonda su “un’iniziazione cristiana inclusiva” con mons. Giuseppe Baturi, sottosegretario Cei dell’Ufficio nazionale per i problemi giuridici, don Massimo Angelelli, direttore dell’Ufficio nazionale per la pastorale della salute, don Francesco Soddu, direttore della Caritas italiana, e alcune voci dalle comunità. Concluderanno l’iniziativa gli interventi di mons. Paolo Sartor, direttore dell’Ufficio catechistico nazionale, e di suor Donatello. “Si tratta di un percorso – spiega quest’ultima – che può essere inclusivo se tutti facciamo squadra, se ognuno con i suoi doni e le sue capacità partecipa. L’invito è rivolto ai responsabili dei settori, alle associazioni e ai movimenti, alle congregazioni che da anni operano in questo ambito”.

ASSISI. VIDEO MESSAGGIO DI MONS. SORRENTINO ALLE CONFRATERNITE

“Dobbiamo crescere nella celebrazione della Pasqua, della resurrezione del Signore”. Lo dice il vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, mons. Domenico Sorrentino, nel video messaggio rivolto alle Confraternite diocesane per la Settimana Santa, introdotto da fra Marcello Fadda. “Sentire la Passione di Gesù – aggiunge il vescovo – aiuta anche a capire il senso della nostra vita. Gesù soffre e muore per noi. Non dobbiamo preoccuparci se la nostra vita tante volte sconta la fatica. Se facciamo squadra, unità con il Signore, diventa tutto più leggero e abbiamo la possibilità di dare un sorriso, di offrire la speranza ai fratelli intorno a noi”. A conclusione del messaggio dopo gli auguri del vescovo Sorrentino, fra Marcello Fadda sottolinea che “possiamo unire la nostra vita al sacrificio, all’offerta e alla resurrezione di Gesù Cristo. Insieme lo possiamo vivere come confraternita, come famiglie, come diocesi, come chiese e nel mondo intero”.