ASSISI. CONVEGNO “LA TEOLOGIA DELLA TENEREZZA IN PAPA FRANCESCO”

0pg

Il Centro Familiare Casa della Tenerezza ha organizzato un importante Convegno dal titolo: “La Teologia della Tenerezza in papa Francesco” che si svolgerà ad Assisi, presso la Domus Pacis, dal 14 al 16 settembre con il patrocinio dell’Ufficio Nazionale di Pastorale Familiare della Conferenza Episcopale Italiana, della Conferenza Episcopale Umbra, dell’Istituto Teologico di Assisi, dell’Ordine dei Frati Minori di Assisi e dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Assisi. Il giorno precedente, il 13 settembre, gli iscritti al Convegno avranno la possibilità e la gioia di partecipare  all’udienza privata con il Santo Padre nella Sala Clementina del Vaticano.

La teologia della tenerezza abbraccia l’essere e l’agire globale della Chiesa, in ogni sua vocazione, aggregazione e forma di vita; cambia soltanto la modalità attuativa. L’abbraccio della croce è il vertice di questa teologia: rivela l’infinita tenerezza di Dio verso l’umanità e dice noi a noi stessi come “esseri di tenerezza”.

Scopo del convegno è:
• verificare l’apporto decisivo del Santo Padre e gli sviluppi prevedibili per il futuro della riflessione teologica e della vita della Chiesa;
•svolgere un’indagine seria e rigorosa sulla ecclesiologia di tenerezza di Papa Francesco.

Il convegno interessa in modo diretto la teologia del matrimonio e della famiglia e la teologia della vita consacrata e del ministero ordinato in modo indiretto, tutti i battezzati e gli operatori della pastorale.

NB„ l’ufficio scolastico della CEl riconoscerà i crediti formativi per quanti parteciperanno all’intero convegno. inoltre, chi interessato potrà richiedere un attestato di partecipazione.

Per info, costi e scheda dl iscrizione www.casadellatenerezza.it – info@casadellatenerezzait  – Mariella 3404104094

ASSISI. L’OMELIA DI MONS. BEDINI PER LA FESTA DEL PERDONO

0porz

“Ognuno è chiamato a ricevere il dono della misericordia, della riconciliazione e della pace per condividerli”. Lo ha detto mons. Luciano Paolucci Bedini, vescovo di Gubbio, nella messa che ha celebrato stamani nella basilica di Santa Maria degli Angeli, nella ricorrenza della dedicazione della basilica e nella solennità del Perdono di Assisi.

“Celebriamo insieme la tenerezza di Maria che viene, attraverso il dono della Porziuncola, a rassicurare i suoi figli che davvero Dio è misericordioso”, ha aggiunto il presule sottolineando che “il perdono è per chi apre il cuore e si affida a Dio”. Volgendo lo sguardo a san Francesco, il vescovo lo ha definito come “l’amico santo che, come tutti i santi, non si preoccupa della propria salvezza ma sente il desiderio struggente che tutti i suoi fratelli possano godere della salvezza di Dio”. È questo il “marchio dei santi”.

“Quando nel nostro cammino di fede non ci viene spontaneo desiderare la salvezza dei fratelli – ha aggiunto mons. Paolucci Bedini – siamo ancora in cammino sulla strada della santità. I santi continuano a ricordarci la volontà di Dio per il bene eterno di tutti noi”. Infine, un parallelismo tra la Porziuncola, “piccola porzione”, e san Francesco, “grande per aver mostrato nella sua vita il capolavoro enorme che avviene quando Dio ci tocca”.

ASSISI. L’OMELIA DI FRA PERRY PER LA FESTA DEL PERDONO

0fp

“Le politiche migratorie diventano sempre più escludenti e chiuse”, particolarmente “in Europa e negli Usa”: “Le immagini che negli ultimi giorni abbiamo visto dalle coste libiche fanno comprendere quanto insensibile possa diventare il cuore nei confronti del dolore altrui”. Lo ha detto oggi fra Michael A. Perry, ministro generale dell’Ordine dei Frati minori, nell’omelia della messa celebrata per la Festa di Santa Maria degli Angeli nel Proto-Monastero di Santa Chiara in occasione del Perdono di Assisi.

La Parola di Dio oggi ci vuole incoraggiare a combattere quella cultura di esclusione e distanziamento che sembra imbattibile. Il Signore stesso – ha proseguito fra Perry – dice, ‘avvicinatevi’ e ‘saziatevi’. Questidue verbi sono un appello che contrasta con la mentalità egoista di chi sta bene e non vuole essere disturbato. Sono parole che ci spingono, come direbbe Papa Francesco, ad aprirci a un incontro personale, che contempla un tempo adeguato per accogliere, conoscere e riconoscere l’altro”.

Il ministro generale ha invitato, infine, a vivere “la festa del perdono con la consapevolezza che Dio vuole fare la sua dimora in mezzo a noi e che oggi si identifica particolarmente con lo straniero accolto o il rifiutato di ogni epoca”.

GLI APPUNTAMENTI

ASSISI. PREGHIERA PER LA PACE IN ERITREA

santu.spogliazioneUn mese dopo l’arrivo dei 24 profughi eritrei, accolti nella diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, il consueto appuntamento di preghiera per la pace del 27 di ogni mese sarà dedicato a luglio all’Eritrea. Un’intenzione di preghiera sarà inserita nelle liturgie, creando un momento di riflessione e orazione, “diffondendo la volontà di costruire la pace secondo lo ‘Spirito di Assisi’”.

Religiosi e laici sono invitati a pregare per la pace in Eritrea nei vari momenti e nelle celebrazioni eucaristiche della giornata nella diocesi di Assisi. L’annuncio è stato dato dal vescovo, mons. Domenico Sorrentino, che ha motivato questa scelta ricordando “i fratelli e le sorelle che nei giorni scorsi abbiamo accolto in Assisi partecipando al progetto di accoglienza di migranti attraverso i corridoi umanitari”. Fratelli che “sono venuti a ricordarci il dramma e le speranze di un intero popolo e nello stesso tempo a risvegliare il nostro senso di fraternità che a volte pare sopito”. L’invito del vescovo è a “sostenere un cammino di pace dal passo incerto”, dopo il termine del conflitto con l’Etiopia, e a pregare affinché “in Eritrea si creino le condizioni di riconoscimento dei diritti basilari della persona”.

L’OPUSCOLO DELLA CHIESA UMBRA SUL BILANCIO DEL 2017

0BADU

Le schede che accompagnano i rendiconti di ciascuna delle otto Diocesi dell’Umbria sono solo un piccolo esempio: illustrano opere sociali, interventi di manutenzione del patrimonio storico-artistico, esperienze educative per le nuove generazioni…
Che dire, poi, del ministero dei parroci? Essi sono assai spesso punti di riferimento educativo e sociale per l’intero paese o quartiere, poiché accolgono e accompagnano una quantità di persone e famiglie, senza badare alla provenienza o alla confessione religiosa. La sezione finale, dedicata agli oratori, tenta di tradurre in cifre la ricaduta sociale di uno spazio educativo che la Chiesa.

L’OPUSCOLO

ASSISI. LE CELEBRAZIONI PER LA FESTA DEL PERDONO

0perdono2018

La Porziuncola, si sa, è una “porta sempre aperta” per tutti quelli – pellegrini e gente del luogo – che vogliono attingere alla grazia di Dio attraverso l’esperienza della riconciliazione. Nei giorni del Perdono, tale grazia è vissuta assieme alle migliaia di pellegrini, giovani e meno giovani, ma tutti desiderosi di percorrere anche solo pochi metri per varcare la “porta della vita eterna” e ricevere il dono dell’Indulgenza plenaria.

Anche quest’anno sono tanti gli eventi che ci aiuteranno ad entrare e vivere in pienezza questo tempo di grazia. Innanzitutto la presenza straordinaria in Porziuncola del Saio delle stimmate di San Pio da Pietrelcina: dal 29 luglio (accoglienza alle ore 10.45) al 2 agosto l’abito che il frate cappuccino indossava il giorno in cui il Signore gli fece dono delle stimmate, sarà accessibile alla venerazione dei tanti fedeli.

Il 29 luglio alle ore 19 inizierà il Triduo in preparazione al Perdono: le meditazioni di S. Ecc. Mons. Luciano Paolucci Bedini, Vescovo di Gubbio, introdurranno i pellegrini alla celebrazione della misericordia lucrata da san Francesco nella chiesetta di Santa Maria degli Angeli.

Mercoledì 1° agosto sarà il giorno dell’apertura della Solennità del Perdono. Alle ore 11, come di consueto, il M. R. P. Michael Perry, Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori, presiederà la Solenne Celebrazione Eucaristica che terminerà con la Processione di “Apertura del Perdono”: così detta perché da quel momento, cioè dalle 12 del 1 agosto, fino alle ore 24 del 2 agosto l’Indulgenza plenaria concessa alla Porziuncola quotidianamente si estende a tutte le chiese parrocchiali sparse nel mondo, e anche a tutte le chiese francescane.

Alle ore 19, i Primi Vespri saranno presieduti da S. E. Mons. Domenico Sorrentino Vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino. Seguirà l’offerta dell’incenso da parte del Sindaco di Assisi Stefania Proietti.

La tradizionale Veglia di preghiera serale alle 21.15, con processione aux flambeaux, sarà guidata da p. Giuseppe Renda, Custode della Porziuncola.

Il 2 agosto sarà possibile partecipare alle numerose Celebrazioni Eucaristiche, tra cui quelle delle ore 9, 11 e 19 saranno presiedute rispettivamente da S. E. Mons. Domenico Sorrentino, S. Ecc. Mons. Luciano Paolucci Bedini e dal M.R.P. Claudio Durighetto.

A partire dalle ore 14.30 i giovani della XXXVIII Marcia Francescana, provenienti da tutte le regioni d’Italia e da alcune nazioni estere, varcheranno la porta della Porziuncola dopo aver camminato, per oltre una settimana, guidati dal tema “Con un nome nuovo”.

Il Ministro Provinciale dei Frati Minori di Umbria e Sardegna p. Claudio Durighetto, presiederà alle ore 19 i Vespri Solenni del Perdono.

Durante i due giorni di festa la Basilica rimarrà aperta l’intera giornata per permettere ai pellegrini di accostarsi al Sacramento della riconciliazione. La Piazza della Basilica, invece, sarà la location di cinque eventi/spettacoli (Gloriosus Francisuc con Michele Placido, Concerto dell’Orchestra sinfonica russa, In viaggio con Maria, Concerto del Perdono della Banda della Gendarmeria Vaticana, il balletto Le due vie) che faranno da cornice alle Celebrazioni liturgiche della Basilica.

Segue il programma dettagliato:

Triduo di preparazione
29-31 luglio 2018, alle ore 19
Presiede: S. Ecc. Mons. Luciano Paolucci Bedini, Vescovo di Gubbio

Apertura della Solennità del Perdono
Mercoledì 1 agosto 2018
ore 7 – 8 – 9 – 11 – 17 – 18: Celebrazione Eucaristica

ore 11.00: Solenne Celebrazione Eucaristica
Presiede il M. R. P. Michael Perry, Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori
Al termine: Processione di “Apertura del Perdono”

ore 14.30: Liturgia Penitenziale dei Pellegrini d’Abruzzo
Presiede P. Nando Simonetti OFM, Definitore della Provincia di S. Bonaventura dei Frati minori di Abruzzo e Lazio

ore 15.30: Celebrazione Eucaristica
Presiede il M. R. P. Nicola Galasso OFM CAPP Ministro provinciale dei Frati Minori Cappuccini d’Abruzzo

ore 19.00: Primi Vespri della Solennità
Presiede S. E. Mons. Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino
Offerta dell’incenso da parte del Sindaco di Assisi, Stefania Proietti

ore 21.30: Veglia di preghiera e Processione aux flambeaux
Presiede P. Giuseppe Renda, Custode della Porziuncola

Dedicazione della Porziuncola e Solennità del Perdono
Giovedì 2 agosto 2018
ore 7 – 8 – 9 – 11 – 17 – 18: Celebrazione Eucaristica

ore 9.00: Celebrazione Eucaristica
Presiede S. E. Mons. Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino

ore 11.00: Solenne Celebrazione Eucaristica
Presiede S. Ecc. Mons. Luciano Paolucci Bedini, Vescovo di Gubbio

ore 19.00: Secondi Vespri della Solennità
Presiede il M. R. P. Claudio Durighetto, Ministro provinciale dei Frati Minori dell’Umbria

BASILICA APERTA fino alle ore 23.00

La Musica liturgica sarà eseguita dalla CORALE PORZIUNCOLA. Oltre alle celebrazioni in Basilica, sono previste anche le seguenti iniziative:

  • Domenica 29 luglio 2018 – ore 21.00 piazza Porziuncola
    UNIVERSO ASSISI – GLORIOSUS FRANCISCUS Musiche per S. Francesco dal XIII al XVI secolo
    Con la partecipazione di Michele Placido e l’Ensemble “Anonima Frottolisti”
  • Lunedì 30 luglio 2018 – ore 16.40
    ORA DI SPIRITUALITÀ su Radio Maria, in diretta dal Santuario della Porziuncola
  • Lunedì 30 luglio 2018 – ore 16.40 – ore 21.00 piazza Porziuncola
    CONCERTO DELL’ORCHESTRA SINFONICA RUSSA diretta dal maestro Leonardo Quadrini
  • Martedì 31 luglio 2018 – ore 21.00 piazza Porziuncola
    IN VIAGGIO CON MARIA, Tributo in versi e musica dal Medioevo ai nostri giorni
    regia di Riccardo Leonelli con la partecipazione di frate Alessandro
  • Giovedì 2 agosto 2018 – ore 14.30
    ARRIVO DELLA XXXVIII MARCIA FRANCESCANA “CON UN NOME NUOVO”
  • Giovedì 2 agosto 2018 – ore 20.00 piazza Porziuncola
    CONCERTO DEL PERDONO. Banda della Gendarmeria Vaticana
  • Venerdì 3 agosto 2018 – ore 21.00 piazza Porziuncola
    LE DUE VIE  Balletto di Assisi in co-produzione con il teatro stabile dell’Umbria

Info: SEGRETERIA DELLA BASILICA
Tel. 075.8051430 – info@porziuncola.org

PERUGIA. AL VIA LA “SUMMER MEDIA CAMP”

0SMC2018

Usare i social network in modo intelligente e professionale per una comunicazione efficace. Si svolgerà con quest’obiettivo il “Summer media camp 2018” promosso dalla Conferenza episcopale umbra con le redazioni di “Umbria Radio” e “La Voce”. Sarà rivolto a giovani, tra i 18 e i 30 anni, appassionati di comunicazione. L’appuntamento con la seconda edizione del “Summer media camp” è dal 24 al 27 luglio, a Perugia, nel palazzo arcivescovile e nel Centro internazionale accoglienza.

Quattro i corsi organizzati in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti umbri. Il primo tratterà le “News nel sistema ibrido dei media. La comunicazione della Chiesa al tempo dei social media”. Ne parleranno Rita Marchetti, docente di Sociologia all’Università di Perugia, e don Walter Insero, collaboratore dell’Ufficio Cei per le comunicazioni sociali. Altro tema: “Le community: risorsa per un’informazione affidabile. L’informazione al tempo delle community social-buone pratiche sul tema” con i giornalisti Bruno Mastroianni e Daniele Morini. Francesca Triani e Andrea Canton parleranno de “Le nuove vie dell’informazione: quale social network per quale obiettivo?”, mentre le “strategie per aumentare la circolazione delle notizie. Web marketing & Social media marketing” saranno approfondite da Lucia Rosati e Barbara Serafini.

L’apertura e le conclusioni dei lavori saranno affidate a mons. Paolo Giulietti, vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e delegato della Ceu per le comunicazioni sociali: “Ci aspettiamo dalla crescita delle competenze sui social media una nuova vitalità anche per i media più tradizionali, che se ne possono avvalere per suscitare nuovo interesse”.

Il “Summer media camp 2018” vuole approfondire la possibilità offerta dai social di diffondere notizie e costruire comunità, avvalendosi dell’esperienza di esperti e professionisti di fama nazionale nel campo del social media marketing, con laboratori full immersion, condivisione di esperienze e visite guidate nel mondo della comunicazione.

Gli interessati possono ancora iscriversi e conoscere nei dettagli il programma dell’iniziativa (http://summercamp.chiesainumbria.it/ ; summermediacamp@chiesainumbria.it).

ASSISI. I FRATI: “PREGHIAMO PER LA PACE IN NICARAGUA”

0Nicaragua

“Apprendiamo dalle cronache estere di queste settimane della difficile situazione socio-politica in Nicaragua. San Francesco d’Assisi ci invita a pregare perché prevalga il dialogo e a lavorare perché si costruiscano strutture di pace”. Lo scrivono in una nota i frati minori di Assisi, che ricordano la figura del Servo di Dio, padre Odorico d’Andrea, come “mediatore di pace per il Nicaragua”. I frati evidenziano che “la nazione del Centroamerica ha visto e vede anche comunità presenti di frati minori, clarisse e suore francescane Alcantarine, provenienti dall’Umbria”. Tra questi, padre d’Andrea, che “in anni conflittuali, molto operò per la pace e la riconciliazione facendosi più volte, a rischio della sua stessa vita, mediatore di pace tra i gruppi armati”. “Alla sua intercessione vogliamo affidare il Nicaragua e tutti i suoi abitanti perché cessino le guerre e si promuova una cultura di pace”.

NORCIA. GIORNATA REGIONALE DEI GIOVANI “X MILLE STRADE”

0permillestrade

Il 4 agosto. a Norcia si terrà la Giornata regionale dei Giovani “X MILLE STRADE” promossa dal Servizio di Pastorale giovanile e Coordinamento oratori della Conferenza episcopale umbra (Ceu) in vista del Sinodo ordinario dei Vescovi 2018 dal tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale“.

Programma:

  • 9.30: arrivo a Norcia – Pellegrinaggio verso Piazza S. Benedetto.
  • 11.00: agorà dei giovani umbri.
  • 13.00: pranzo al sacco.
  • 15.00: laboratori della fede – Benedizione pellegrini e consegna credenziali.
  • a seguire: partenza dei cammini diocesani verso Roma per l’incontro con Papa Francesco dell’11 e 12 agosto a Roma.

ASSISI. IN ARRIVO L’ABITO DELLE STIMMATE DI PADRE PIO

0saio

In occasione dell’anno commemorativo del centenario della stimmatizzazione permanente di Padre Pio e del cinquantenario della sua morte, l’abito che il cappuccino indossava il 20 settembre 1918, quando ebbe la visione di Nostro Signore che gli disse “Ti associo alla mia passione”, per poi lasciare impressi nel suo corpo le cinque piaghe della crocifissione, farà tappa ad Assisi nell’ambito di una peregrinatio iniziata il 10 marzo scorso e organizzata dal team dell’animazione giovanile vocazionale del santuario di San Giovanni Rotondo.

I frati cappuccini giungeranno nella città umbra la mattina del 29 luglio e, alle 10, consegneranno idealmente il saio delle stimmate a padre Giuseppe Renda, custode della Porziuncola e rettore della basilica di Santa Maria degli Angeli, dove l’abito di Padre Pio resterà fino al 2 agosto, giorno del perdono di Assisi, l’indulgenza concessa nel 1216 da Papa Onorio III a tutti i fedeli, su richiesta di san Francesco.

La mattina del 3 agosto il saio di san Pio sarà trasferito nel santuario della Spogliazione, l’antica cattedrale di Santa Maria Maggiore, nei cui pressi san Francesco si svestì del lussuoso abbigliamento di giovane benestante per poi rivestirsi di Cristo, indossando una ruvida tunica, segno della nuova vita di distacco dai beni terreni. Qui l’abito di Padre Pio resterà fino alla mattina del 6 agosto, quando i frati cappuccini lo riporteranno a San Giovanni Rotondo.