ASISSI. MOSTRA 3D NELLA BASILICA DI SAN FRANCESCO

0tm

La mostra “TERRE-MOTI” è un’esposizione itinerante dal taglio scientifico-culturale, per conoscere la storia e le dinamiche del sisma, le casistiche più eclatanti nel mondo e in Italia, fino ad arrivare al focus sul terremoto che colpì proprio Assisi e la Basilica nel 1997.

La Basilica di San Francesco diventa, in questo percorso artistico, il testimone più rappresentativo attraverso i messaggi del pensiero francescano, affinché il passato ci ricordi quanto sia necessario fare per un futuro più sicuro, e la descrizione degli interventi di salvataggio che la interessarono e che fecero il giro del mondo per la loro innovatività.

All’interno del percorso, che si sviluppa nel suggestivo Chiostro di Sisto IV, un palco dedicato alla realtà virtuale: i visitatori verranno “trasportati” all’interno della Basilica, rivivendo i momenti del famoso crollo del ’97, per poi osservare il comportamento di un fabbricato durante diverse scale di terremoto, in un’esperienza emotiva e conoscitiva simbiotica.

La mostra sarà aperta fino a ottobre 2018.
Per maggiori informazioni: www.mostraterremoti.com

ASSISI. IL 12 MAGGIO ANGELA MERKEL PER LAMPADA PACE SAN FRANCESCO

0merkel

La cancelliera tedesca Angela Merkel, farà visita alla Basilica di San Francesco d’Assisi il prossimo 12 maggio per ricevere in dono, dai frati del Sacro Convento, la lampada della pace di San Francesco per “la sua opera di conciliazione in favore della pacifica convivenza dei popoli”. All’incontro, durante il quale la cancelliera terrà una lectio, sarà presente anche il presidente della Repubblica della Colombia e premio Nobel per la pace, Juan Manuel Santos.

Il Custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, ha sottolineato che la lampada di San Francesco è “un dono che auspichiamo alimenti lo spirito programmatico dei governanti volgendolo sempre più alla ricerca del bene comune, dello sviluppo e dei rapporti tra i popoli sulla base di principi quali la cura della casa comune, la condivisione e l’integrazione. Un’Europa che, – continua padre Mauro –  lo vediamo, ha ancora tanta strada da fare per giungere ad una possibile ‘unità plurale’. L’Europa deve confrontarsi con le luci e le ombre della sua storia e le difformità interne ed esterne, imparando ad accogliere l’altro e a superare le differenze”.

In preparazione dell’evento del 12 maggio si terranno una serie di incontri presso il Sacro Convento di Assisi: 21 aprile alle 17.00, dibattito sulla “Crisi europea” e il 3 maggio dalle 9.00 alle 18.00 dal titolo “La cooperazione nell’Europa che cambia”.

PERUGIA. LA GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI

0gv

Sabato 21 e domenica 22 Aprile, si celebra in Umbria la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni. Quest’anno l’Ufficio nazionale insieme all’ufficio regionale per la pastorale delle vocazioni, celebrano nella diocesi di Perugia questo evento.

L’appuntamento è per sabato 21 aprile, alle ore 19.30 con una catechesi proposta dal Vescovo di Gubbio Mons. Luciano Paolucci Bedini; alle ore 21.00 un momento di veglia e di riflessione con i giovani delle diocesi umbre presieduta dal Card. Gualtiero.Bassetti; domenica 22 aprile, alle ore 11 la celebrazione eucaristica in Cattedrale, trasmessa su RAI 1.

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO PER LA 55ª GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI

FOLIGNO. SETTIMANA “GIOVANI IDEE PER IL TERRITORIO”

0FOL

La settimana “Giovani Idee per il Territorio” è la fase finale del percorso didattico “Progetto Cittadini del Mondo” promosso dalla Diocesi di Foligno con il patrocinio della Regione Umbria, dell’Ufficio scolastico regionale, della Provincia di Perugia e del Comune di Foligno, e che vede coinvolti nei vari eventi gli studenti e le studentesse delle scuole di ogni ordine e grado di Foligno. Sono tre le aree tematiche affrontate nell’anno scolastico 2017 – 2018: 1) Custodia del Creato; 2) Migranti; 3) Lavoro.

Programma:

Giovedì 19 aprile 2018 – ore 10 presso l’Auditorium San Domenico convegno dal titolo “Io non ho paura” a conclusione del percorso “L’Europa inizia a Lampedusa” in collaborazione con l’Istituto tecnico tecnologico L. Da Vinci. Insieme a Tareke Brahne Presidente Comitato 3 ottobre saranno presenti diverse personalità ecclesiali ed istituzionali per affrontare il tema dell’accoglienza, dell’integrazione, con i nuovi migranti.

Sabato 21 aprile 2018 – ore 10 Palazzo Trinci sala conferenza, finale del percorso “Imprenditori di sé stessi. Dall’idea all’impresa”. Presentazione di alcune idee imprenditoriali proposte dagli studenti e studentessa dell’Istituto tecnico tecologico L. Da Vinci, Istituto professionale E. Orfini, Istituto tecnico economico F. Scarpellini nell’ambito dell’alternanza scuola – lavoro. Con questo percorso, spiega mons. Luigi Filippucci, direttore dell’Ufficio pastorale per i problemi sociali e il lavoro della diocesi di Foligno e responsabile del “Progetto Cittadini del Mondo”, “la diocesi vuole sostenere, nell’ambito dell’alternanza scuola–lavoro, lo sviluppo di idee imprenditoriali tra i giovani ampliando l’accesso alla cultura e agli strumenti atti a favorire la creatività e dando impulso e fiducia alla loro capacità d’innovazione. Con la collaborazione di esperti formatori, abbiamo cercato di far acquisire agli studenti la consapevolezza di poter portare avanti una propria idea di business attraverso l’apprendimento di un percorso strutturato atto a stimolare la propria creatività calandola nel mercato di oggi e acquisendo alcune competenze chiave: creare un’idea vincente, lavorare in team, la leadership, nozioni di marketing e vendita, pianificazione e organizzazione del lavoro, presentazione ed esposizione al pubblico, basi di startup, piano economico e business model”. Per mons. Filippucci, “il sostegno alla creatività giovanile è un investimento per il futuro, un’opportunità di pensare al lavoro e alle nuove professioni dando spazio al desiderio dei giovani stessi di essere parte attiva di una comunità”.

Lunedì 23 aprile 2018 – ore 16 Spazio ZUT ex Cinema Vittoria esposizione a tutta la cittadinanza di elaborati fotografici realizzati dagli studenti nell’ambito del laboratorio di fotografia curato dall’associazione Bande à part. Gli obiettivi didattici e le finalità educative di questa attività sono stati molteplici, primo fra tutti stimolare nei bambini/ragazzi la capacità di osservazione del mondo e degli altri: uno sguardo della realtà, sulla realtà da punti di vista altri, liberi e creativi, in cui le differenze e le diversità diventano ricchezza comune.

Martedì 24 aprile 2018 – ore 10 Palazzo Trinci sala conferenza, “Ambiente, Legalità, Salute” incontro degli studenti con don Marco Ricci parroco nella città di Ercolano presso la parrocchia S. Cuore di Gesù, la più vasta della diocesi di Napoli per estensione territoriale, alle falde del Vesuvio, nel cuore dell’omonimo Parco Nazionale. Presidente dell’Associazione “Salute Ambiente Vesuvio” e grazie alle sue denunce sono stati rinvenuti rifiuti tossici interrati nel Parco Nazionale dalla camorra negli anni ’80-’90; ancora oggi, con l’aiuto dei volontari dell’associazione, svolge una costante azione di denuncia e sensibilizzazione sulla salvaguardia del creato. Ha ricevuto nel 2017 il premio ‘Luisa Minazzi – Ambientalista dell’Anno’ istituito da Legambiente.

PERUGIA. TERZO CICLO DI INCONTRI “NO LIMITS? CORSO DI EDUCAZIONE ALLA COSCIENZA”

0pg

Fino al 29 maggio (ore 21), presso la sede dell’Ufficio diocesano per la Pastorale universitaria di Perugia (via dei Pellari 8), si terrà il terzo ciclo di incontri dal titolo: “No limits? Corso di educazione alla coscienza”.  Il 17 aprile, padre Renato Russo parlerà dell’“Ateismo”, in particolare analizzando il pensiero del filosofo politico Augusto del Noce. Il 24 aprile, Leonardo Varasano relazionerà sul “Fascismo”, un’ideologia italiana che ha proposto un’auto-salvazione attraverso un regime politico. L’8 maggio, Massimo Borghesi offrirà una riflessione su come affronta queste tematiche legate alla salvezza il pensiero di J. Mario Bergoglio, Papa Francesco, da lui intervistato nel suo libro più recente. Andando avanti, il 15 maggio, Assuntina Morresi parlerà in senso bioetico su ciò che si presenta come “Ai confini dell’umano”. Il 22 maggio, Roberto Contu analizzerà il compromesso storico con il caso di Aldo Moro. Infine, il 29 maggio, Flavia Marcacci concluderà questo ciclo con un intervento su “Realtà, storia e idee”.

Il percorso di “Educazione alla coscienza”, organizzato dall’equipe della Pastorale universitaria dell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve, è iniziato tre anni fa per offrire agli studenti strumenti critici sulla realtà che vivono. Unire fede e cultura, vedere come le categorie della fede possono innervare le scelte di ogni giorno. “L’esigenza di questo percorso – spiegano gli organizzatori – è maturata anche in seguito alle richieste dei giovani, che trovano negli studi universitari tante nozioni tecniche, ma spesso non riescono a fare sintesi perché non hanno categorie di pensiero per leggere la realtà e i ‘dogmi’ della tecnica che vengono loro offerti”.

Il primo anno di questo percorso si è soffermato sulla coscienza, mentre il secondo anno ha avuto un focus sulla Dottrina sociale della Chiesa. In questo terzo ciclo il filo conduttore sarà l’uomo e il suo limite (per questo il titolo: “No limits?”), ovvero una riflessione su quella tentazione (che poi è il peccato originale di sempre) che l’uomo ha di salvarsi da solo.

TERNI. RACCOLTE OLTRE 7 TONNELLATE DI PRODOTTI PER GLI EMPORI SOLIDALI

0emporio-della-solidarietà

Ammonta ad oltre 7 tonnellate di prodotti alimentari e per l’igiene la raccolta che la Caritas diocesana di Terni-Narni-Amelia e l’associazione di volontariato San Martino hanno effettuato lo scorso sabato in undici supermercati di Terni, Amelia e per la prima volta a Narni, per sostenere l’attività dell’emporio solidale di via Vollusiano a Terni e dell’emporio solidale di Amelia-Narni presso la Cittadella della solidarietà.

“Il positivo riscontro della raccolta – sottolinea Ideale Piantoni, direttore della Caritas diocesana – è un segno importante di solidarietà, speranza e condivisione che ci aiuta concretamente a sostenere e incrementare l’attività degli empori solidali per svolgere un servizio sempre più esteso ed efficace, di fronte anche al mutare della povertà e della presenza più numerosa di famiglie di italiani bisognosi e del calo di stranieri”. “Purtroppo le risorse per continuare nell’opera degli empori sono sempre meno e di conseguenza anche le persone che possono beneficiarne”, aggiunge il direttore, sottolineando che “per questo le raccolte alimentari diventano essenziali per consentire di poter dare risposte concrete alle persone che si rivolgono alla Caritas”.

Nella raccolta sono stati coinvolti 224 volontari nei vari supermercati, tra cui molti giovani, 5 scout, 10 immigrati, 3 senzatetto, 18 bambini del catechismo, 5 catechisti e 4 sacerdoti, 12 persone tra autisti, addetti allo scarico in magazzino e al carico sui mezzi. Attualmente nell’emporio solidale di Terni vengono aiutati 125 nuclei familiari per un totale 450 persone che usufruiscono del servizio, mentre nell’emporio solidale di Amelia, a cui fanno riferimento le attività caritative della zona di Amelia e alcune parrocchie del narnese, vengono aiutati 150 nuclei familiari.

TODI. INIZIATIVA DEL MOVIMENTO PER LA VITA

mpv

Sarà dedicato alla conciliazione lavoro-famiglia il convegno che si svolgerà sabato 14 aprile presso la Sala affrescata del Museo Pinacoteca di Todi, per iniziativa del Movimento per la vita (Mpv) umbro. L’iniziativa, che prenderà il via alle 10, è intitolata “Il welfare aziendale come strumento per migliorare la qualità della vita e delle imprese” e gode del patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Todi.

“Il rapporto equilibrato tra lavoro e vita personale – si legge in una nota – assicura la sostenibilità dei modelli di sviluppo: favorire la qualità della vita delle famiglie e sostenere la genitorialità è un investimento sul bene comune e sul futuro della nazione”. Per l’Mpv umbro, “da sempre attento alle tematiche riguardanti l’accoglienza e la tutela della vita in ogni sua fase e alla tutela della dignità della persona e della famiglia”, c’è “necessità di investire su politiche per la natalità e per ristabilire nuovamente la famiglia come baricentro della società quale essa naturalmente è, sebbene in una realtà sociale sempre più complessa ed in continuo mutamento”.

L’incontro di sabato 14 verrà aperto dal saluto del sindaco di Todi, Antonio Ruggiano. Seguiranno gli interventi di Luca Pesenti (Università Cattolica del Sacro Cuore), di Fabio Galluccio (management Conslutant Jontly) e di Sergio De Vincenzi (assessore regionale e promotore dell’Osservatorio regionale sul welfare aziendale). Il convegno sarà arricchito dalle esperienze di importanti aziende umbre: tra queste Elcom System, Umbra Group, Azimut Capital Management Umbria e Marche. In programma anche l’intervento del presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro di Perugia, Stefano Ansideri.

TERNI. “SULLA VIA DEI CAMMINI”: INCONTRO CON MONS. PAOLO GIULIETTI

guida via di francesco

Sabato 14 Aprile alle ore 16.30 presso la sede della Confcommercio di Terni (L.go Frankl, 10) si terrà l’incontro dedicato al libro “La via di Francesco”, alla presenza degli autori Monsignor Paolo Giulietti vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e Gigi Bettin, nell’ambito della rassegna “Sulla Via dei CamminiTre incontri dedicati alla scoperta dei cammini dell’Umbria Meridionale.

L’iniziativa, promossa dall’Associazione Tempus Vitae e dalla Compagnia dei Romei, in collaborazione con Confcommercio Terni, intende valorizzare e promuovere il territorio dell’Umbria meridionale attraverso le immagini e le parole degli autori che hanno raccontato i paesaggi, gli itinerari, non solo terreni ma anche spirituali. Il legame con il territorio è fondamentale; tutti i soggetti possono e devono contribuire a creare contenuti ed amplificare i messaggi giusti attraverso la cultura ed il turismo, perle preziose del tesoro della regione.

Per informazioni: info@tempusvitae.it – 340 5663725

L’ESORTAZIONE APOSTOLICA “GAUDETE ET EXSULTATE”

0GEE

“Non aver paura” della “santità della porta accanto”. È l’imperativo che fa da sfondo alla terza Esortazione apostolica di Papa Francesco – dopo l’Evangelii Gaudium e l’Amoris LaetitiaGaudete et Exsultate, resa pubblica ieri. I santi non sono solo quelli già beatificati e canonizzati, ma il “popolo” di Dio, cioè ognuno di noi, chiamato a vivere la santità come un itinerario fatto di “piccoli gesti” quotidiani.

Il titolo “Gaudete et exsultate”, “Rallegratevi ed esultate”, ripete le parole che Gesù rivolge “a coloro che sono perseguitati o umiliati per causa sua”. Nei cinque capitoli e le 44 pagine del documento, il Papa segue il filo del suo magistero più sentito, la Chiesa prossima alla “carne di Cristo sofferente”. I 177 paragrafi non sono, avverte subito, “un trattato sulla santità con tante definizioni e distinzioni”, ma un modo per “far risuonare ancora una volta la chiamata alla santità”, indicando “i suoi rischi, le sue sfide, le sue opportunità” (n. 2).

Prima di mostrare cosa fare per diventare santi, Francesco si sofferma nel primo capitolo sulla “chiamata alla santità” e rassicura: c’è una via di perfezione per ognuno e non ha senso scoraggiarsi contemplando “modelli di santità che appaiono irraggiungibili” o cercando “di imitare qualcosa che non è stato pensato” per noi (n. 11). “I santi che sono già al cospetto di Dio” ci “incoraggiano e ci accompagnano” (n. 4), afferma il Papa. Ma, soggiunge, la santità cui Dio chiama a crescere è quella dei “piccoli gesti” (n. 16) quotidiani, tante volte testimoniati “da quelli che vivono vicino a noi”, la “classe media della santità” (n. 7).