MUSEI VATICANI: TORNANO LE APERTURE SERALI

musei-vaticani-268x381.jpg.pagespeed.ce.AUj_nQlpSO

I Musei Vaticani rinnovano l’appuntamento con le aperture notturne rendendosi accessibili anche la sera, dal 20 aprile al 26 ottobre, tutti i venerdì dalle 19 alle 23, ultimo ingresso ore 21,30. “L’apertura straordinaria offre, in primo luogo, la possibilità di visitare i Musei del Papa in un orario inconsueto, lontano dai ritmi vorticosi dei circuiti del turismo di massa, diventando così uno spazio privilegiato per chi desidera beneficiare al meglio del patrimonio culturale che i Vaticani racchiudono”, si legge in un comunicato.

Le aperture notturne esprimono, altresì, “l’attenzione dei Musei Vaticani verso il pubblico romano normalmente impegnato nelle attività quotidiane durante i consueti orari di apertura del giorno: i cittadini della capitale possono, una volta a settimana, riappropriarsi dei propri Musei, scrigno di tante opere che sublimano l’identità della Città Eterna”. Il rinnovato accordo con ATAC sigilla questo intento: esclusivamente durante le aperture serali, tutti i possessori della Metrebus Card e della èRoma potranno acquistare, senza l’obbligo di prenotazione, un biglietto per la visita in notturna del venerdì al prezzo speciale di 17 euro.

Protagonista delle aperture notturne sarà anche quest’anno la musica del vivo, con una serie di concerti compresi nel costo del biglietto. “Museidisera Arte, Musica” è il titolo della rassegna musicale frutto della collaborazione tra i Musei Vaticani e il Comitato nazionale italiano musica (Cidim). Si parte venerdì 20 aprile, con la fanfara dei bersaglieri di Aprilia Adelchi Cotteri.

“Mi rivolgo soprattutto ai giovani: non perdete questa occasione – commenta Barbara Jatta, direttore dei Musei Vaticani –. Sono convinta che non ci sia nulla di più sorprendente che immergersi nella bellezza delle collezioni vaticane illuminate dalla luna che si affaccia dietro la basilica di San Pietro. E l’emozione è ancora più forte perché ci si muove tra le note delle più celebri melodie, fra i cortili e i luoghi che nei secoli sono stati attraversati dai pontefici e dai più grandi artisti della storia. Le arti in dialogo tra loro, le porte aperte al cuore e agli occhi. Sono sicura vi emozionerete e uscendo porterete con voi qualcosa di prezioso e inaspettato”.

Per informazioni: www.museivaticani.va

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *