PERUGIA. LE OFFERTE DELLA TERZA DOMENICA DI QUARESIMA PER IL PROGETTO “SOSTENIAMO IL LAVORO”

caritas

Le offerte raccolte durante le celebrazioni eucaristiche in tutte le parrocchie e santuari dell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve, nella terza domenica di Quaresima, il 4 marzo, saranno devolute al progetto “SoSteniamo il lavoro”. Si tratta di un’iniziativa di tre anni che si propone di aiutare le persone che hanno perso il lavoro. In questo primo anno sono stati esaminati 120 curricula, selezionate 79 persone, dando possibilità a giovani e adulti di collocarsi nel mondo del lavoro in vari ambiti produttivi. Sono state 25 le persone, 5 in più rispetto a quante erano state previste dal progetto, ammesse ai corsi di orientamento al lavoro, al termine dei quali potranno svolgere un periodo di stage retribuito di sei mesi come tirocinanti in un’aziende del territorio. A oggi 12 dei 25 corsisti stanno svolgendo il tirocinio in alcune aziende che hanno accolto e fatta propria l’iniziativa Caritas. Si tratta di realtà produttive riguardanti i settori: alimentare, informatico, logistico, farmaceutico, ristorazione, supermercati e società di servizi. Il costo totale del progetto “SoSteniamo il lavoro”, pari a euro 190 mila, è sostenuto interamente dalla Chiesa, attraverso Caritas italiana e Caritas Perugia-Città della Pieve grazie all’8xmille.

“La Quaresima di Carità 2018 – afferma il diacono Giancarlo Pecetti, direttore della Caritas diocesana – vuole essere occasione propizia per far sentire la vicinanza concreta della Chiesa a quanti vivono situazioni di difficoltà legate alla mancanza di lavoro, attraverso la maggiore conoscenza del progetto “SoSteniamo il lavoro” nell’opinione pubblica e nel mondo imprenditoriale. Inoltre, per raccogliere offerte per finanziare questo progetto affinché più persone possano avere l’opportunità di formarsi e quindi di accedere al periodo di prova in azienda, così da avere più possibilità di occupazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *