TERNI. TORNA IL FESTIVAL “POPOLI E RELIGIONI”

0FFPER

Sarà “Metamorfosi” il tema dell’edizione 2017 del festival cinematografico “Popoli e religioni” di Terni organizzato dall’Istituto di studi teologici e storico-sociali con il contributo della Fondazione Carit e il patrocinio della Regione Umbria e del Pontificio Consiglio per la cultura e la collaborazione del Polo universitario di Terni, in programma dal 10 al 20 novembre.

Metamorfosi in ogni suo aspetto, a partire dai grandi classici con il film di Alex Swanton tratto dal celebre racconto di Franz Kafka, presentato in anteprima nazionale domenica 12 novembre alle ore 16 al Cityplex, e da Ovidio con lo spettacolo di David Riondino, Daniele Mencarelli e Gabriella Compagnone per voce, musica e sabbia sempre il 12 novembre alle ore 21.30; la metamorfosi sociale, con il ruolo della donna raccontato con ironia dalla cabarettista Annalisa Aglioti, membro della giuria; la metamorfosi del pianeta Terra, con la conseguenza più spaventosa e imprevedibile: il terremoto.

L’inaugurazione del festival è in programma sabato 11 novembre a palazzo Gazzoli dove alle 16.30 si terrà un interessante incontro con Franco Cardini: “Il califfato e l’Europa. Dalle crociate all’Isis: mille anni di paci e guerre, scambi, alleanze e massacri”e quindi l’apertura del festival e la consegna dell’Angelo alla carriera a Franco Cardini.

Il 12 novembre alle ore 17.30 al Cityplex “Metamorfosi, introduzione alla tredicesima edizione di Popoli e Religioni –Terni Film Festival”. Interventi di Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia, Stefania Parisi, direttore dell’Istess e David Riondino, vincitore della XII edizione del Terni Film Festival e presidente della Giuria.
Alle ore 18 “La Catalogna e la metamorfosi dell’Europa” incontro con Miriam Diez Bosch, Observatorio Blanquerna de Comunicacion, Religion y Cultura di Barcellona.

All’interno di Popoli e Religioni viene quest’anno creato il premio “Gastone Moschin” per il cinema in Umbria, destinato ad artisti che hanno contribuito alla valorizzazione della regione e allo sviluppo del cinema, del teatro e della televisione nel suo territorio. L’Umbria deve molto a Gastone Moschin chene ha aiutato lo sviluppo artistico con un autentico volontariato culturale: ha infatti fondato a Terni con la moglie Marzia Ubaldi e la figlia Emanuela la scuola di recitazione Mumos, che ha attirato giovani da ogni angolo d’Italia e professionisti attivi oggi al cinema, in teatro, in televisione e nel doppiaggio. Quest’anno il riconoscimento andrà a Luca Manfredi per il film In arte Nino, girato in gran parte nell’Umbria meridionale, e verrà consegnato a Manfredi sabato 11 novembre alle 22.30 da Marzia Ubaldi ed Emanuela Moschin.

Nei giorni seguenti ci saranno proiezioni dei film e cori in concorso, incontri con gli autori e dibattiti su temi di attualità, proiezioni mattutine per gli studenti, il focus sull’India cinema, danza, folklore, testimonianze domenica 19 novembre. In totale le proiezioni saranno 44, di cui un terzo italiane. L’ingresso è gratuito.

Programma completo: www.diocesi.terni.it/wp-content/uploads/2017/11/Programma-popoli-e-religioni-2017.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *