TERNI. ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA CATTEDRALE

duomoterni1

Domenica 21 ottobre alle ore 17.30 il vescovo presiederà la solenne celebrazione nel 365° anniversario della dedicazione della Cattedrale di Terni, avvenuta nel 1653 per opera del cardinale Angelo Rapaccioli. La cattedrale è la chiesa madre delle Chiese che sono in Terni-Narni-Amelia. La dedicazione di una chiesa è il momento conclusivo di un “cantiere” corale, un’impresa di popolo, animato dalla fede, da spirito di penitenza e dall’amore per il Signore, che edificava il luogo della presenza di Dio, della preghiera, dell’annuncio della Parola, della celebrazione dei sacramenti, dell’incontro del popolo di Dio e soprattutto della celebrazione dell’Eucarestia.

“Fare memoria del giorno della dedicazione della chiesa è rendere grazie a Dio per la Sua presenza in questo luogo – ricorda il vescovo Giuseppe Piemontese -, per rafforzare la consapevolezza del nostro essere popolo di Dio radunato nel nome della Santissima Trinità, per rinnovare l’attenzione anche materiale al luogo santo che ci raccoglie. Questa Chiesa, un tempo, era l’unico fonte battesimale della città, qui di preferenza venivano ordinati i diaconi e i presbiteri, qui si nelle celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo con i presbiteri e il popolo di Dio, vi è la più alta manifestazione della chiesa. Sintesi e segno della tradizione e identità cristiana di questo popolo, che qui si è costruito nei momenti cruciali e nodali della sua storia”.

SPOLETO. CELEBRAZIONE DIOCESANA DEL ROSARIO

ROME, ITALY - MAY 04:  Pope Francis attends the recitation of the Rosary at Basilica di Santa Maria Maggiore on May 4, 2013 in Rome, Italy. This is Pope FrancisÕ second visit to the Basilica of Saint Mary Major, the first being the day after his election to the papacy.  (Photo by Franco Origlia/Getty Images)

“Il Santo Padre ha deciso di invitare tutti i fedeli, di tutto il mondo, a pregare il Santo Rosario ogni giorno durante l’intero mese mariano di ottobre e a unirsi così in comunione e in penitenza, come popolo di Dio, nel chiedere alla Santa Madre di Dio e a San Michele Arcangelo di proteggere la Chiesa dal diavolo, che sempre mira a dividerci da Dio e tra di noi” (Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede, 29 settembre 2018).

«Su proposta degli Uffici pastorali della Curia – afferma l’Arcivescovo mons. Renato Boccardo – intendiamo unirci idealmente a tutta la Chiesa in questa supplica con un momento diocesano: celebreremo dunque solennemente la preghiera del Rosario giovedì 25 ottobre 2018 alle ore 21.00 nella Basilica Cattedrale di Spoleto. Invito a darne opportuna informazione a tutte le comunità e a favorirne la corale partecipazione».

SPOLETO. “INVASA” DAGLI SCOUT ADULTI PER LA “FESTA DELLE COMUNITA'”

 

0spo

Con una solenne concelebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo in Duomo, si è conclusa domenica 14 ottobre la Festa delle Comunità che il MASCI (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) ha vissuto a Spoleto. Tre giorni – dal 12 al 14 ottobre – in cui oltre 1200 adulti Scout, in rappresentanza di oltre 200 comunità italiane, hanno rafforzato le loro motivazioni di servizio personale e comunitario verso il prossimo, dell’impegno come testimonianza civile e cristiana.

La grande Cattedrale spoletina era piena in ogni settore: gli oltre 1000 posti seduti non sono bastati; e allora gli Scout hanno aperto i loro sgabelli tra le navate e alcuni addirittura si sono accomodati sugli scalini degli altari laterali. Con mons. Boccardo hanno concelebrato: mons. Luigi Piccioli, Vicario generale; don Sem Fioretti, rettore del Duomo; mons. Guido Lucchiari, assistente ecclesiastico nazionale del MASCI; altri sacerdoti vicini al Movimento. La liturgia è stata animata nel canto dal coro parrocchiale di S. Gregorio, con l’aggiunta di alcuni Scout. La Città di Spoleto era rappresentata dal presidente del Consiglio comunale Sandro Cretoni e dall’assessore alla cultura Ada Spadoni Urbani. Naturalmente presente Sonia Mondin, presidente del MASCI, vero motore di questa tre giorni.

All’inizio della Messa mons. Lucchiari, a nome di tutti gli Scout presenti, ha ringraziato l’Arcivescovo e i rappresentanti istituzionali per la calorosa accoglienza ricevuta a Spoleto. «In questi tre giorni, nelle attività in varie piazze della Città e negli incontri nei Teatri, abbiamo riflettuto su come superare paure, angosce, sospetti e pregiudizi e su come ripensare i legami relazionali tra di noi».

Nell’omelia mons. Boccardo ha ricordato agli Scout del MASCI come «Gesù propone ad ogni discepolo un tesoro che non è possibile acquistare, che non si ottiene con un benessere che lascia insoddisfatti. La sequela è anche separazione da qualcosa di nostro. È difficile sepa­rar­ci da quello che abbiamo, anzi molti vivono per possedere, spendono energie e so­stan­ze unicamente per il proprio interesse; la vita dei poveri, la miseria di molti non li tocca, non li muove a compassione. Oggi si fa fatica a rinunciare a qualcosa, anzi so­prat­tutto nella crisi abbiamo paura di perdere l’agio e le comodità in cui siamo vissuti. Co­sì la misura è il calcolo, e la paura genera la diffidenza nei confronti degli altri, specialmente dei poveri e dei migranti. Il seguimi di Gesù – ha proseguito – è un invito a vivere in maniera piena­men­te umana, a diventare grandi nell’amore, a respirare la libertà del dare gratuita­men­te come gratuitamente abbiamo ricevuto, ad imitare colui che è venuto non per essere servito ma per servire. È questa anche la “filosofia” del MASCI, impegnato nel grande gioco della vita con le coordinate dello scoprire e del servire, che conducono a “fare strada” con le tre C: fare strada nel cuore (scegliere cioè la via della crescita spirituale); fare strada nel creato (cioè scegliere di vivere in mezzo alla natura senza divinizzare né la natura né la scien­za); fare strada nella città (cioè scegliere di dare voce agli ultimi, a quanti portano le fe­rite della vita, ai dimenticati dalla società). Con il metodo dell’imparare facendo (che non è solo l’individuale fai da te, ma un fare con i fratelli in una comunità e con un me­to­do comune), si scopre che l’educazione è innanzitutto una disciplina interiore, che ri­chiede la durata nell’impegno, la costanza nelle scelte morali di fondo, la capacità di so­gnare anche da adulti. Perché non ci si può mai sentire arrivati, non ci si può mai accontentare delle esperienze fatte; bisogna affrontare sempre di nuovo la fatica di “buttare il cuore oltre l’ostacolo” e di dare parole e ali alla speranza. Allora la pista, il sen­tiero, la strada, diventano parabole di una esistenza interpretata come avventura, con mete alte che favoriscono la crescita della persona e suscitano la capacità di ap­pas­sionarsi alla vita, di imparare giocando, di vincere le paure, di vivere il servizio co­me cambiamento, di costruire ponti là dove altri vorrebbero erigere muri».

Prima della benedizione finale è stata consegnata una targa ricordo della tre giorni di Spoleto a tutte le delegazioni regionali. La mattinata, poi, si è conclusa con un ulteriore momento di festa in Piazza Duomo, allietata dagli sbandieratori di Gubbio.

 

ASSISI. A FEBBRAIO PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA

TerraSanta

“Con Giovanni, oltre i segni”. È questo il tema del pellegrinaggio in Terra Santa in programma dal 16 al 23 febbraio 2019 per iniziativa della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino. A guidare i pellegrini nei luoghi della vita, morte e resurrezione di Gesù sarà il vescovo diocesano, mons. Domenico Sorrentino. Sarà – si legge in una nota – “un viaggio che non è una semplice visita, ma un’immersione totale nella storia e nella spiritualità cristiana”.

Il pellegrinaggio, organizzato e curato da don Giovanni Raia, prevede la visita ai luoghi più importanti della vita di Gesù: Nazareth, Betlemme, il Lago di Tiberiade, il Tabor e Gerusalemme. “Ogni anno – spiega il sacerdote – scegliamo un tema e su questo poi strutturiamo il viaggio. Quest’anno lo abbiamo dedicato ai sette segni raccontati dal vangelo di Giovanni attraverso i quali Gesù si rivela come figlio di Dio e da qui la decisione di accoglierlo o rifiutarlo. Tra le novità di questa edizione la visita a Sefforis e alla fonte di Siloe”.

Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a don Giovanni Raia: 075.812483 (ore ufficio); raia10@libero.it; scuoladibibbiaassisi@gmail.com

TERNI. MOSTRA D’ARTE E DOCUMENTARIA “LAUDATO SII”

0Manifesto-GMM

In occasione del mese missionario, dal 13 al 22 ottobre si terrà presso le sale espositive del Museo Diocesano di Terni l’iniziativa “Laudato si’ mi’ Signore”, mostra di pittura, poesia, fotografie dedicate alle missioni e alla pace. Un‘occasione per aprire una riflessione e conoscenza della ricchezza di esperienze missionarie portate avanti in questo tempo, attraverso la mostra missionaria promossa dal Centro missionario diocesano con il contributo delle tante associazioni che operano in terre di missione, con film e video a testimonianza di coloro che hanno vissuto l’esperienza missionaria ad gentes in varie parti del mondo.

“Laudato si’ mi’ Signore”, promossa dal Centro Missionario diocesano, dall’Istess, dalla ProLoco, con il contributo della Caritas diocesana, dell’associazione “Un sorriso per Monica Di Carlo”, Vita Nuova onlus, Apurimac, associazione Claudio Conti, Missione Identes, missione Arena Alta, Società san Vincenzo de’Paoli, sarà inaugurata sabato 13 ottobre alle ore 16.30 con testimonianze missionarie di varie associazioni.

L’iniziativa che coinvolge vari soggetti che operano in ambito missionario vuole dare risalto al tema della Giornata Missionaria Mondiale del 21 ottobre 2018 “Giovani per la missione” con momenti dedicati alle testimonianze e dibattito con i giovani venerdì 19 ottobre alle ore 16.30. Spazio anche alla poesia e letteratura il 15 ottobre alle ore 16.30 “Parola agli artisti”, recital di poesie a tema sacro e per la pace e il 18 ottobre alle ore 16.30 con il Recital di poesie in vernacolo e in lingua del premio letterario nazionale “Logo d’Oro Città di Terni” e la presentazione di libri editi dagli autori del territorio.
Le varie iniziative culmineranno nella veglia di preghiera diocesana per le missioni che si terrà sabato 20 ottobre alle ore 21 nella chiesa di San Matteo a Campitelli.

Un momento importante di comunione della chiesa diocesana per pregare per le missioni nel mondo, per aprire il cuori di ognuno a quella missione che è ogni giorno nelle strade delle nostre città.

MESSAGGIO DI PAPA FRANCESCO PER LA GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE 2018

Programma
Sabato 13 ottobre ore 16.30
Inaugurazione mostra “Laudato si’, mi’ Signore”
Proiezione del film missionario a cura di Missio
Inaugurazione Bancarelle della Solidarietà
Presentazione: “Giovani per il Vangelo” a cura di don Leopoldo Sandor direttore Ufficio Missionario diocesi Terni-Narni-Amelia

Domenica 14 ottobre ore 16.30
Visita guidata alla mostra con gli artisti presenti.

Lunedì 15 ottobre ore 16.30
Recital di poesie a tema sacro, ecologico e per l pace in vernacolo e in lingua

Martedì 16 ottobre ore 16.30
“Carità e solidarietà” a cura dell’associazione San Vincenzo de’ Paoli, Caritas diocesana, Nuova Vita onlus, Banco Alimentare.

Mercoledì 17 ottobre ore 16.30
Proiezione di docufilm missionari

Giovedì 18 ottobre ore 16.30
Recital di poesie in vernacolo e in lingua del premio letterario nazionale “Logo d’Oro Città di Terni” ed altre.
Presentazione di libri degli autori del territorio

Venerdì 19 ottobre ore 16.30
“I giovani raccontano…” testimonianze e dibattito

Sabato 20 ottobre ore 16.30
Presentazione dei libri premiati al Logo d’oro città di Terni

Sabato 20 ottobre ore 21
Veglia Missionaria
chiesa San Matteo apostolo – Terni

Domenica 21 ottobre ore 16.30
Giornata Missionaria Mondiale
Proiezione di filmati missionari

Lunedì 22 ottobre ore 10.30
Visita guidata alla mostra per le scuole
Ore 18 chiusura della mostra e consegna attestati di partecipazione

PERUGIA. LABORATI DIDATTICI SU “GLI AFFRESCHI TEMPLARI”

0Chiesa_di_San_Bevignate
Un’occasione diversa e innovativa per fruire della bellezza del Complesso templare di San Bevignate, a Perugia è quella offerta da Comune di Perugia e Munus con il laboratorio didattico per grandi e piccini.
Infatti sono in programma per domenica 14 e domenica 28 Ottobre 2018 presso il Complesso templare di San Bevignate, Via E. Dal Pozzo i laboratori didattici rivolti sia a bambini che adulti e prevede l’esecuzione di un piccolo elaborato con la tecnica dell’affresco ispirandosi ai motivi iconografici delle pitture parietali del Complesso Templare. E’ obbligatoria la prenotazione in quanto i posti sono limitati.
Domenica 14 Ottobre 2018, ore 10.00-13.00 (adulti) / 15.00-18.00 (bambini) 
Domenica 28 ottobre 2018, ore 10.00-13.00 (adulti) / 15.00-18.00 (bambini)
Info e prenotazioni: tel. 075 9477727
email:palazzodellapenna@munus.com

SPOLETO. ASSEMBLEA DIOCESANA

0spo

Amate questa Chiesa. Siate questa Chiesa“: è il tema dell’Assemblea diocesana che si celebrerà sabato 20 ottobre 2018 nella Basilica Cattedrale di Spoleto, come momento ufficiale dell’avvio dell’anno pastorale 2018-2019. Alle 15.30, accoglienza e preghiera iniziale; alle 16.00, intervento di mons. Andrea Lonardo, direttore dell’Ufficio per la Pastorale Universitaria del Vicariato di Roma, su “Evangelii Gaudium: un progetto di Chiesa“; alle 18.00, celebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo Mons. Renato Boccardo con il rito di ammissione di Luca Gentili e Salvatore Ficarra tra i candidati al presbiterato.

TERNI-NARNI-AMELIA. RACCOLTA PER GLI EMPORI SOLIDALI DELLA CARITAS

 

0car

La raccolta alimentare della Caritas diocesana e associazione di Volontariato San Martino, effettuata sabato scorso in undici supermercati di Terni, Amelia e per la seconda volta a Narni, per sostenere l’attività dell’emporio solidale di via Vollusiano a Terni e dell’emporio solidale di Amelia-Narni presso la Cittadella della solidarietà, ha avuto un riscontro positivo con una donazione di sette tonnellate e mezza di prodotti alimentari e per l’igiene, in prevalenza pasta, riso, legumi, pelati, prodotti per l’infanzia, tonno e carne in scatola, olio, biscotti e farina.
Nello specifico sono stati raccolti: kg. 5.982 negli otto supermercati di Terni; kg. 602 nel supermercato Conad di Narni e kg. 921 nei quattro supermercati di Amelia.

«Siamo soddisfatti per l’adesione e il dono di tante persone alla raccolta – sottolinea Ideale Piantoni direttore della Caritas diocesana – che è un segno importante di solidarietà, speranza e condivisione diffusa tra la gente. Questo ci aiuta concretamente, in un periodo difficile e di disinteresse da parte del tessuto sociale cittadino nei confronti delle povertà, a sostenere e incrementare l’attività degli empori solidali per svolgere un servizio sempre più esteso ed efficace, di fronte anche al mutare della povertà e della presenza più numerosa di famiglie di italiani bisognosi, spesso proprio coloro che rimangono più nell’ombra. Oggi è ancora di più essenziale l’apporto di tante persone che generosamente hanno dato il loro contributo, ciascuno secondo le proprie possibilità, che ringraziamo, insieme ai dirigenti ed il personale delle strutture commerciali che hanno aderito. Purtroppo le risorse per continuare nell’opera degli empori sono sempre meno e di conseguenza anche le persone che possono beneficiarne, per questo le raccolte alimentari diventano essenziali per consentire di poter dare risposte concrete alle persone che si rivolgono alla Caritas».

La raccolta ha interessato a Terni l’Ipercoop di via Gramsci, l’Iperconad di Cospea, la Coop di Fontana di Polo, Superconti Cesure, Superconti Borgo Rivo, Conad Superstore di Borgo Bovio, Conad di via Cesare Battisti, Conad Superstore di via del Rivo; ad Amelia la Coop di via I maggio, Superconti via Nocicchia, Eurospin via Roma, Acqua &Sapone, Conad Marcone a Fornole di Amelia, la Conad di Narni scalo. La Coop Tirreno di Amelia effettuerà la raccolta il prossimo sabato.
Nella raccolta sono stati coinvolti 224 volontari nei vari supermercati, tra cui molti giovani, scout, immigrati, senzatetto, bambini del catechismo, catechisti e sacerdoti, 12 persone tra autisti, addetti allo scarico in magazzino e al carico sui mezzi.

I volontari provengono dalle parrocchie di San Francesco, San Pietro, Sant’Antonio, Santa Maria della Misericordia, Santa Maria del Carmelo, San Giuseppe Lavoratore, Nostra Signora di Fatima, Rocca San Zenone, Papigno, San Valentino, San Paolo, Santa Maria del Rivo, San Giovanni Bosco di Terni, e dalle parrocchie di Amelia: San Francesco, San Massimiliano Kolbe, insieme agli gli Scout Europa ed Agesci, ai volontari della Mensa San Valentino, degli ospiti della casa di prima accoglienza O. Parrabbi.

Attualmente nell’emporio solidale di Terni vengono aiutati 125 nuclei familiari per un totale 450 persone che usufruiscono del servizio, prevalentemente italiani, famiglie con bambini in tenera età che, a causa della crisi e della perdita del lavoro, non hanno il necessario per vivere, donne sole con figli e diverse persone anziane. Ogni settimana circa trenta persone, a rotazione, usufruiscono di questa opportunità che si ripete per ciascuno con cadenza quindicinale o mensile.
Nell’emporio solidale di Amelia, a cui fanno riferimento le attività caritative della zona di Amelia e alcune parrocchie del narnese e Valle Teverina, vengono aiutati 150 nuclei familiari.

Gli empori solidali della Caritas diocesana sono punto di riferimento per molte persone in difficoltà che attraverso questo servizio hanno la possibilità di avere generi di prima necessità. Recandosi in quello che è un vero e proprio market si possono acquistare con una scheda a punti ciò di cui si ha bisogno. La tessera viene caricata di punti in base a dei parametri variabili a seconda della tipologia e situazione complessiva a livello economico-fiscale e sociale dei nuclei familiari. Questo per consentire una spesa equilibrata ed intelligente che educhi gli utenti alla logica del non-spreco. Gli empori offrono beni a misura di famiglia, consentendo cioè alle persone di autogestirsi, offrendo loro la possibilità di superare la situazione di crisi e l’opportunità di avere un ruolo attivo e partecipativo, promuovendone la massima autonomia possibile.